Reuters

Schleck brinda all'Amstel

Schleck brinda all'Amstel
Di Eurosport

Il 16/04/2006 alle 16:54Aggiornato

Franck Schleck vince la 41a edizione dell'Amstel Gold Race. Il lussemburghese precede al traguardo Wesemann, protagonista di una grande fuga nella parte finale della corsa. Terzo al traguardo Michael Boogerd della Rabobank. Primo tra gli azzurri è Rebelli

E" un lussemburghese a brindare il successo nella Amstel Gold Race. Frank Schleck arriva tutto solo in cima al Cauberg ed esplode di gioia. Primo grande successo per il giovane pupillo della Csc che festeggia nel migliore dei modi i 26 anni compiuti 24 ore prima della corsa olandese.

Capolavoro tattico di Schleck che sceglie di calare la carta della fuga ai meno 13 da Valkenburg.

Tempismo perfetto e un aiuto notevole anche dal gruppo dei diretti inseguitori che non trovano minimamente l'accordo per andare a riacciuffare il lussemburghese. Bettini e Rebellin, nel drappello appena citato, non riescono a far quadrare un inseguimento. Alla fine ci prova Stefan Wesemann, già in fuga nelle fasi precedenti della corsa, a inseguire Schleck ma la stanchezza dell'alfiere della T Mobile gli porta in dote un secondo posto.

In terza piazza arriva un habitué del podio dell'Amstel. Per la settima volta è il leone della Rabobank Michael Boogerd a farsi immortale e ricevere baci e fiori dalle miss. Una sorta di maledizione per lui. Una vittoria. Il gruppo rimane fermo con Bettini in grande condizione costretto a rimanere intrappolato. Rebellin, vincitore di questa corsa due anni fa risulta il migliore degli italiani con un sesto posto, ottimo segnale nonostante una costola fratturata. Nulla cambia nella classifica del Pro tour. Per Boonen in vacanza ben lontano dall'amato nord 24 punti di vantaggio su Ballan.

0
0