Getty Images

Chloe Hosking rispetta i pronostici della vigilia, vince la prima tappa al Tour Down Under

Chloe Hosking rispetta i pronostici della vigilia, vince la prima tappa al Tour Down Under

Il 16/01/2020 alle 07:50Aggiornato Il 16/01/2020 alle 08:42

Dal nostro partner OAsport.it

L’australiana Chloe Hosking apre la nuova stagione come aveva concluso il suo 2019. Dalla vittoria in Cina dello scorso 22 ottobre al Tour of Guangxi, si è ripresentata quest’oggi, nella sua terra natale, con la medesima grinta e superiorità nelle volate. Era la favorita della vigilia per la prima tappa del Santos Women’s Tour Down Under 2020 da Hahndorf a Macclesfield, e non si è fatta trovare impreparata. Vittoria più che netta per la ventinovenne di Bendigo al suo debutto con la Rally Cycling dopo aver lasciato l’Alé Cipollini. Dietro di lei la finlandese Lotta Henttala della Trek-Segafredo e l’altra aussie Matilda Raynolds della Specialized. Ovviamente Hosking è anche la prima maglia arancione della classifica generale di questo Santos Women’s Tour Down Under. Fuori dalla top ten le azzurre: Simona Frapporti (Bepink) è undicesima, seguita a ruota da Tatiana Guderzo (Alé BTC Ljubljana) e da Silvia Zanardi (Bepink).

La tappa odierna è stata caratterizzata da una fuga formatasi dopo il primo sprint intermedio vinto da Gracie Elvin (Mitchelton-Scott) davanti a Leah Kirchmann (Sunweb) e Lotta Henttala. Ad evadere successivamente del gruppo ci ha pensato Marieke van Witzenburg (Doltcini-Van Eyck Sport). L’olandese è riuscita ad ottenere un vantaggio massimo di 2’10 ” sino al ricongiungimento avvenuto poco dopo il GPM di Knotts Hill. Si sono poi susseguiti una serie di attacchi, ma il gruppo ha voluto giocarsi a tutti i costi il secondo sprint intermedio vinto dalla Kirchmann davanti ad Anastasia Chursina (Alé BTC Lubiana) e Chloe Hosking.

Nicole Hanselmann (Doltcini-Van Eyck Sport) lancia una nuova fuga a 40 chilometri dal traguardo e viene presto raggiunta da Brodie Chapman (FDJ-Nouvelle Aquitaine-Futuroscope). Mentre il divario raggiunge 1’35 ”, quest’ultima decide di insistere da sola guadagnando a vista d’occhio. Il gruppo deve reagire, la Chapman conquista l’ultimo sprint intermedio, le formazioni delle velociste partono al suo inseguimento; l’aussie viene raggiunta soltanto all’ultimo chilometro. Parte così un lunghissimo sprint verso la prima vittoria stagionale del calendario femminile. Lotta Henttala sembra quella messa meglio, ma il traguardo è ancora lontano. Così ne approfitta Hosking che punta dritta sulla ruota della finlandese superandola agevolmente e facendo sua questa tappa inaugurale.

@lisa_guadagnini

Video - Annemiek van Vleuten fa l’impresa, scatta in salita e si prende l’iride: è campionessa del mondo!

02:17
0
0