Mattan si mette in scia

Mattan si mette in scia
Di Eurosport

Il 06/04/2005 alle 19:42Aggiornato

Nico Mattan della Davitamon Lotto ha vinto la Gand-Wevelgem, superando nel finale lo spagnolo Flecha in fuga. Il belga nel corso dell'ultimo chilometro è stato favorito dalla scia di macchine e moto.

E' quantomeno opaco il successo di Nico Mattan nella 61esima edizione della Gand Wevelgem: il belga recupera 70/80 metri a Juan Antonio Flecha sfruttando sfacciatamente la scia di macchine e moto nel corso dell'ultimo chilometro. A pochi metri dal traguardo, lo spagnolo, certo ormai della vittoria, viene quindi infilato in velocità dal "lanciatissimo" Mattan, che chiude a braccia alzate e conquista la vittoria più prestigiosa della sua carriera.

Non è stato dunque un arrivo in volata con tutti i migliori specialisti della velocità in lizza sul rettilineo finale, anche se fino all'ultima asperità, i 500 metri di pavè del Kemmelberg, un gruppo di una ventina di uomini, con tutti o quasi i favoriti, vantava ancora una trentina di secondi sul plotone. Tra questi anche Tom Boonen, rialzatosi però nella fase finale della corsa per non sfiancarsi troppo in vista della Roubaix di domenica: il fuoriclasse belga rinuncia così a quello che avrebbe potuto trasformarsi in uno storico tris, riuscito in passato solo a Van Looy. Davanti, dopo la scrematura sul Kemmelberg operata da uno scatenato Pozzato, restano dunque in otto, tutti più o meno veloci in caso di volata: Bennati della Lampre, Flecha e Cancellara della Fassa, Pozzato appunto per la Quick Step, il campione norvegese e terzo alla Sanremo Ushovd, il vincitore della Roubaix 2004 e secondo nella scorsa Wevelgem Backstedt, Nico Mattan e Cooke. Pozzato sul più bello si tocca all'uscita da un acurva con Backstedt e cade a terra, dando addio alle speranze di vittoria.

A 5 km dall'arrivo Flecha, onde evitare uno spiacevole ritorno del plotone, tirato dai T-Mobile per Zabel e dai Rabobank per De Jongh, rompe gli indugi e va a recuperare in testa alla corsa Nico Mattan, svantaggiato in caso di arrivo in volata e per questo partito poco prima in contropiede. I due vengono raggiunti dal pericolosissimo Baden Cooke, ma l'intelligente (ed esplosivo) Flecha riscatta subito per far fuori lo sgradito ospite. Cede in un primo tempo anche Mattan e sembra fatta per lo spagnolo a un chilometro circa dall'arrivo. Ma Flecha non può nemmmeno lontanamente immaginare l'influenza di moto e macchine sulla rimonta di un Mattan, che ha comunque il merito di averci creduto fino in fondo e di essere stato all'attacco per tutta la corsa. Il belga dunque approfitta, ai limiti della correttezza e forse oltre, delle preziose "lepri" disseminate nel finale e fulmina Flecha sul traguardo per un successo che potrebbe lasciare spazio a qualche polemica. Ottimo il terzo posto di Bennati.

Da segnalare la brutta caduta durante la prima parte della gara di Andreas Klier, entrato in contatto con una moto e costretto al ritiro.

0
0