Getty Images

Froome: "Non posso mascherare gli infortuni, sono uscite le botte di Gerusalemme"

Froome: "Non posso mascherare gli infortuni, sono uscite le botte di Gerusalemme"

Il 17/05/2018 alle 10:52

Dal nostro partner OAsport.it

Eurosport Player: Segui l’evento LIVE

Guarda Eurosport

Chris Froome sta incontrando diverse difficoltà al Giro d’Italia 2018, accusa oltre tre minuti di ritardo dalla maglia rosa Simon Yates e non sembra assolutamente essere in condizione. Il vincitore degli ultimi tre Tour de France non riesce a trovare lo spunto dei giorni migliori e si stacca ogni volta che trova una salita, come ieri sullo strappo non irresistibile di Osimo dove si è staccato da un gruppo abbastanza numeroso.

Video - Froome fatica in salita e si stacca a 2 km dall'arrivo sul Gran Sasso

01:35

Il britannico non si è però voluto nascondere ai microfoni della Gazzetta dello Sport:

" E’ stata una giornata difficile, non lunga come quella di martedì ma con un altro finale piuttosto brutale. Non ho intenzione di mentire, mi sono venute fuori le botte causate dalla caduta di Gerusalemme e in questo gioco, se non sei al tuo meglio, non c’è nessun posto dove nasconderti. Non puoi mascherare gli infortuni. E se lo fai, non puoi farlo per lungo tempo. Mi sento come se avessi fatto progressi dalla partenza del Giro e spero di andare avanti a fare il meglio che posso. Continuerò a lottare, è bello avere questa corsa nelle gambe perché quest’anno non ho fatto molte gare."

Il capitano del Team Sky non molla la presa, almeno a parole: “Non ho certamente perso la speranza. Abbiamo visto martedì per Chaves quanto velocemente questa gara sia cambiata. Può succedere a chiunque è in lotta per la generale. Continuo a essere motivato e con il team farò tutto il possibile“.

Video - Froome in scia all'ammiraglia della Bora, andava sanzionato?

00:44
0
0