Getty Images

Nibali ci prova ma Terpstra è un fenomeno: suo il Giro delle Fiandre, ancora ko Sagan

Nibali ci prova ma Terpstra è un fenomeno: suo il Giro delle Fiandre, ancora ko Sagan

Il 01/04/2018 alle 17:06Aggiornato Il 01/04/2018 alle 19:06

Il corridore siciliano tenta l'attacco ai -28 km dal traguardo, seguito però da uno scatenato Terpstra che lo stacca, andando a riprendere anche i fuggitivi. Sul Kwaremont l'azione decisiva, con l'olandese che conquista così la sua seconda classica monumento della sua carriera (dopo la Parigi-Roubaix del 2014). Sul Paterberg tenta la rimonta Sagan, ma il campione del Mondo non riesce a rientrare.

La Quick Step continua a fare sfracelli. Sono 21 le vittorie per il team belga dall’inizio di stagione ad oggi, con Terpstra che vince la sua seconda classica Monumento della propria carriera (dopo la Parigi-Roubaix di quattro anni fa). Ancora una volta la tattica della squadra di Patrick Lefevere paga, e dopo i successi di Gilbert, Lampaert e Viviani, arriva anche quello di Terpstra che con una grande azione sfalda il gruppo dei big fino a raggiungere i fuggitivi. Bravissimi i vari Gilbert (vincitore dello scorso anno) e Stybar in fase ‘difensiva’ nel marcare i vari Van Avermaet, Benoot e Sagan, fino all’assolo di Terpstra che alza le braccia al cielo dopo i successi al Le Samyn e all’E3 Harelbeke. Pedersen tiene fino al 2° posto, poi è ancora un Quick Step con il 3° posto di Gilbert. Deludono invece Sagan (troppo attendista) e Van Avermaet che chiudono rispettivamente 6° e 5°, mentre prova ad animare la corsa il giovane Benoot (già vincitore della Strade Bianche). Ci prova anche Nibali con un attacco ai -28 km dal traguardo, anche se l’azione del siciliano si conclude troppo presto, rimontato e staccato dal sig. Terpstra.

Ci prova (ancora una volta) Ganna, subito tante cadute

Pronti via e ci sono subiti tanti tentativi d’attacco dal gruppo. Uno su tutti è Filippo Ganna che ci prova in ben due occasioni, mentre si registrano già le prime cadute con Vanmarcke, Bettiol e Naesen che finiscono per terra. Alla fine si forma un gruppetto composto da 10 uomini, ma che non supera mai i 5 minuti di vantaggio, con il plotone che controlla ad alta velocità (46 km/h nella prima ora).

Video - Filippo Ganna è campione del mondo! Rivivi la sua fantastica gara ad Apeldoorn

04:20

Diversi attacchi, nessuno dei quali decisivo

In prossimità dei -60 km dall’arrivo, il gruppo dei battistrada si screma: lascia anche Cortina (compagno di squadra di Nibali) dopo una lunga azione in fuga, e in testa restano solo Pedersen (Trek Segafredo), van Baarle (Sky) e Langeveld (EF Education First-Drapac). Finita l’azione di Cortina, prova a partire addirittura Colbrelli sullo Steenbeekdries, senza però guadagnare terreno, poi è Van Avermaet ad accelerare sul Taaienberg, ma il belga viene stoppato da Stybar. I due provano un’azione condivisa ai -35 km dal traguardo, ma arriva un ottimo Moscon a chiudere su questo tentativo.

Video - Vincenzo Nibali ci prova: attacco a 28 km dal traguardo dello Squalo

01:03

Ci prova Nibali, se ne va Terpstra

Il momento è quello decisivo: c’è un attacco anche di Vincenzo Nibali ai -28 km, ma il siciliano viene ripreso e staccato da Terpstra, mentre il quartetto Kwiatkoski-Sagan-Gilbert-Van Avermaet resta a guardare, temendo ognuno l’attacco dell’altro. Ai -19 km dal traguardo Terpstra raggiunge anche il terzetto di testa e parte da solo sul Kwaremont, seguito solo da Pedersen che non vuole perdere questa grande occasione. Dietro restano a guardarsi e Sagan parte quindi ai -15 km: è troppo tardi, perché l’olandese della Quick Step ha già guadagnato 41’’ sui big. Pedersen non riesce a tenere il suo passo, Sagan dopo qualche km si rialza. Sul traguardo si piazza Pedersen, Gilbert arriva addirittura 3°, solo 5° Van Avermaet e 6° Sagan.

Video - Niki Terpstra vince in solitaria il Giro delle Fiandre: rivivi la sua impresa

01:35

L'ordine d'arrivo

1. Nicki TERPSTRA (QST) 6h21'21''; 2. Mads PEDERSEN (TFS) +12''; 3. Philippe GILBERT (QST) +17''; 4. Michael VALGREN (AST) +20''; 5. Greg VAN AVERMAET (BMC) +25''; 6. Peter SAGAN (BOH) +25''; 7. Jasper STUYVEN (TFS) +25'; 8. Tiesj BENOOT (LTS) +25'; 9. Wout VAN AERT (VWC) +25'; 10. Zdenek STYBAR (QST) +25'; 21. Gianni MOSCON (SKY) +1'13''; 23. Sonny COLBRELLI (TBM) +1'15''; 24. Vincenzo NIBALI (TBM) +1'18''

Video - Assolo di Terpstra alla Harelbeke e la Quick Step fa doppietta con Gilbert: Van Avermaet e Sagan ko

01:42
0
0