Imago

L'autopsia conferma: Goolaerts morto a causa di un infarto per malessere cardiaco

L'autopsia conferma: Goolaerts morto a causa di un infarto per malessere cardiaco
Di LaPresse

Il 11/04/2018 alle 17:42Aggiornato Il 11/04/2018 alle 17:53

L'autopsia richiesta dal pubblico ministero di Cambrai ha confermato che il 22enne corridore belga è morto a causa di un malessere cardiaco e in nessun caso alla caduta.

Il ciclista belga Michael Goolaerts, morto domenica intorno alle 23 dopo la Parigi-Roubaix, ha avuto un attacco di cuore sulla sua bici che lo ha fatto cadere. E' quanto emerso dall'autopsia richiesta dal pubblico ministero di Cambrai (Nord). "L'autopsia ha confermato l'ipotesi avanzata, quella di una morte legata a un malessere cardiaco e in nessun caso alla sua caduta", ha detto all'agenzia AFP il procuratore di Cambrai, Rémy Schwartz. Il 23enne ciclista belga "si è sentito male sulla bici, il suo cuore si è fermato, il che ha portato alla caduta", ha aggiunto.

Per il momento la procedura di ricerca delle cause della morte deve proseguire con “esami complementari, tossicologici e anatomo-patologici, per capire l’origine dell’attacco” ha precisato il magistrato. Potrebbero essere necessarie diverse settimane. Domenica pomeriggio, Goolaerts è stato trovato privo di sensi sul secondo dei ventinove settori di pavè della ‘regina delle classiche’, nei pressi di Viesly (Nord). Subito soccorso, è stato trasportato in elicottero all'ospedale di Lille, dove è morto in serata in seguito appunto ad un arresto cardiaco.

Video - Il minuto di silenzio per Michael Goolaerts

02:07
0
0