Contador, primo trionfo

Contador, prima corsa e primo trionfo
Di Eurosport

Il 21/02/2010 alle 20:09Aggiornato

Il "Pistolero" si impone per la 2a volta consecutiva nel Tour dell'Algarve. La quinta e ultima tappa va allo spagnolo Luis Leon Sanchez, mentre in classifica generale a dettare legge è Alberto Contador che, dal Portogallo, manda i primi messaggi ai suoi avversari in vista del Tour de France

La stagione di Alberto Contador si apre nello stesso modo con cui si era chiusa quella passata: ovvero, con una vittoria. Dal Tour de France al Tour dell’Algarve con l’obiettivo - chiarissimo - di arrivare a luglio, quando scatterà la Grande Boucle 2010, di presentarsi al via con la migliore condizione possibile.

Vincere aiuta a vincere, dicono, e per Contador è proprio così. Il fuoriclasse spagnolo, alla prima vera corsa dell’anno centra subito il successo al Tour dell’Algarve, corsa a tappe che si corre nell’estremo Sud del Portogallo e che per la seconda volta consecutiva lo vede vincitore della maglia gialla che contraddistingue il leader della classifica generale.

Il due volte vincitore del Tour de France conquista il successo finale della 37esima edizione della corsa a tappe portoghese grazie, sostanzialmente, all’acuto della tappa numero tre con la progressione che gli ha permesso di chiudere al comando (in solitaria) la frazione con l’arrivo posto ad Alto do Malhao. In quell’occasione, Contador aveva staccato di undici secondi Machago e di ventidue Leipheimer (entrambi della neonata RadioShack) indossando per la prima volta in questa edizione della corsa la maglia di leader della classifica.

Dopo una quarta tappa senza scossoni, e che ha visto la vittoria del belga della RadioShack, Rosseler, l’ultima frazione del Tour dell’Algarve, una cronometro 17 km intorno a Portimao, premia il capitano della Caisse d’Epargne, Luis Leon Sanchez, che completa la prova fermando il cronometro sul tempo di 21’:32’’. Al secondo posto si pizza proprio Alberto Contador, che paga un ritardo di 13’’ dal campione spagnolo a cronometro nel 2008, ma che mantiene comunque saldamente la vetta della classifica generale.

"Sono contentissimo per questa vittoria - spiegherà poi il "Pistolero" a fine cronometro - L'ho ottenuta in condizioni difficili, e mi riferisco soprattutto alla pioggia e al vento dei giorni scorsi. Oggi poi c'era tantissimo vento e avevo inoltre il problema di dover correre con una bici su cui non ero mai salito. Le difficoltà hanno dato valore a questa vittoria".