Il ritiro di Boonen

Il ritiro di Boonen
Di Eurosport

Il 14/07/2005 alle 12:36Aggiornato

Tom Boonen si ritira dal Tour de France: il belga, caduto ieri in discesa (e per la terza volta in cinque giorni), non si è presentato al via della 12esima tappa. Boonen ha vinto due tappe ed era il leader della classifica a punti.

"Non ho mai sofferto tanto in vita mia", queste le parole di Tom Boonen, caduto dopo appena 5 km nella tappa di mercoledì, l'undicesima, 173 km tra Courchevel e Briancon, una frazione con tre salite alpine assai impegnative, di cui due "horse categorie". Un urto casuale tra due ruote durante la discesa iniziale dalla sede di partenza è bastato a mettere la parole "fine" sul Tour 2005 del campione belga, vincitore in primavera di Fiandre e Roubaix: per lui dolori al ginocchio destro, spalla e gomito sinistro.

"Garate ha cambiato repentinamente traiettoria davanti a me e la mia ruota per un centimetro è andata in collisione con la sua" spiega Boonen, che nonostante il dolore ha concluso la tappa alpina in 125esima posizione, a 39'46" dal vincitore Vinokourov, dunque entro il tempo massimo. "E' stata una vera via crucis, non ho mai fatto tanta fatica. Sono preoccupato, ma voglio recuperare e provare a continuare" aveva detto il fiammingo al termine della frazione. Questa mattina ha testato il ginocchio infortunato sui rulli, ma ha dovuto rassegnarsi a malincuore a lasciare la Grande Boucle. Vincitore nella seconda e nella terza frazione di questa edizione, Tom Boonen eguaglia i due successi dell'anno scorso, quando s'impose anche sui Campi Elisi. Boonen lascia la maglia verde a Thor Hushovd, ma la lotta per la conquista della classfica a punti è ora più che mai aperta: oltre al norvegese in lizza anche i due australiani Stuart O'Grady e Robbie McEwen.

0
0