Getty Images

Incredibile al Tour de France: Froome respinto dagli organizzatori, il Team Sky fa ricorso

Incredibile al Tour de France: Froome respinto dagli organizzatori, il Team Sky fa ricorso

Il 01/07/2018 alle 12:01Aggiornato Il 01/07/2018 alle 14:31

L'indiscrezione arriva dal quotidiano francese Le Monde: ASO, società che organizza sia Tour che Vuelta, ha posto il veto sulla presenza di Froome alla prossima Grand Boucle, che partirà tra meno di una settimana. Sky pronta a un immediato ricorso.

Eurosport Player: Segui l’evento LIVE

Guarda Eurosport

Indiscrezione incredibile di Le Monde: secondo il media francese, ASO avrebbe comunicato al Team Sky il veto sulla presenza di Froome al prossimo Tour de France.

Secondo Le Monde, l'organizzazione vuole evitare una situazione simile a quella del recente Giro d'Italia, corsa in cui la vittoria del kenyano bianco è marchiata da un asterisco. Per fare ciò, gli stessi organizzatori fanno leva sull’articolo 28 del proprio regolamento, ossia la «facoltà di rifiutare la partecipazione o di escludere dalla prova una squadra o un suo membro la cui presenza danneggerebbe l’immagine o la reputazione di ASO o della prova stessa».

Il Team Sky ha già presentato appello presso la camera arbitrale del Comitato olimpico francese, il caso verrà discusso martedì 3 luglio alle 9. La risposta dovrebbe arrivare il giorno seguente, a 72 ore dalla partenza della Grand Boucle. Se il ricorso dovesse essere rigettato, Sky potrebbe comunque rivolgersi al TAS, con il rischio che i tempi si protraggano oltre il 7 luglio portando così Froome a non essere alla partenza.

Esiste anche un precedente in questo senso: nel 2009 Tom Boonen fu trovato positivo alla cocaina e non fu sanzionato dall'UCI. Il Tour pose il veto sulla sua presenza, proprio come ha fatto con Froome in questo caso, ma la stessa Camera arbitrale del Comitato olimpico francese contraddisse la decisione del Tour permettendo a Boonen di essere al via.

Le parole di Lappartient (presidente UCI)

" Questi sono casi complessi da gestire, in cui c'è una linea molto sottile. Seguiamo le procedure, questa è la regola di base. Capisco che a tutti piacerebbe la decisione più rapida possibile. L'UCI sarà tanto più forte quanto seguirà le sue procedure. Faremo una dichiarazione prima del Tour de France. Sfortunatamente e tradizionalmente, la settimana prima dell'inizio del Tour è una settimana spesso frenetica. Va notato che questo articolo 28 (delle regole di procedura ASO) è esso stesso basato su un regolamento UCI, trascritto volontariamente per molti anni dall'organizzatore. Dal momento in cui nei tuoi regolamenti applichi le disposizioni delle regole UCI, questo non è un problema"

La replica del Team Sky

" Siamo fiduciosi che Chris sarà alla partenza del Tour perché sappiamo che non ha fatto nulla di sbagliato"

Video - Froome commosso: "È incredibile aver vinto questo Giro, realizzerò più avanti"

02:16
0
0