Getty Images

Tour de France 2019: da Bruxelles a Parigi, tutte le tappe in diretta integrale su Eurosport 1

Tour de France 2019: da Bruxelles a Parigi, tutte le tappe in diretta integrale su Eurosport 1

15 ore fa

Scocca l'ora della 106esima edizione del Tour de France, da Bruxelles (Belgio) a Parigi. Tutte le tappe in DIRETTA integrale solo su Eurosport 1 e Eurosport Player con tanti contenuti esclusivi.

Via alla 106esima edizione del Tour de France che partirà da Bruxelles: 21 tappe, 22 squadre, 7 tapponi di montagna e 3,480 km da percorrere. Chi vincerà la maglia gialla? Chi vincerà la maglia a pois? E ancora, quale sarà la sorpresa del Tour o chi vincerà più tappe? Seguila in esclusiva su Eurosport con il commento di Luca Gregorio e Riccardo Magrini che ci racconteranno tutte le tappe in DIRETTA integrale su Eurosport 1 e Eurosport Player.

Tutte le tappe del Tour 2019

  • Sabato 6 luglio - Tappa 1: da Bruxelles a Brussel di 194,5 km

Prima volata e prima grande sorpresa al Tour de France. Né SaganViviani, neanche Groenewegen: il vincitore è Mike Teunissen che conquista la sua prima vittoria in un Grande Giro, la sesta in assoluto in carriera. L’olandese è riuscito a superare un Sagan che sembrava in buona condizione dopo quanto fatto vedere durante la tappa (l’attacco sul pavé a sorprendere i rivali e la volata al traguardo intermedio), mentre Caleb Ewan si accontenta del 3° posto. Groenewegen finisce a terra dolorante, poi Greipel e Kristoff molto lontani dalle prime posizioni. C’è comunque tanta Italia nelle prime posizioni con il 4° posto di Nizzolo, il 5° di Colbrelli e il 7° di Trentin. C’è anche Elia Viviani, ma l’ex campione italiano chiude solo al 9° posto anche a causa della stanchezza rimediata dopo la foratura e la lunga rincorsa dopo l’attacco di Sagan. Capitolo uomini di classifica: Nibali dà un segnale e resta sempre nelle prime posizioni, intoppo invece per Fuglsang che finisce a terra e rimedia una brutta ferita al volto.

Vincitore: Mike TEUNISSEN (Jumbo Visma) | Maglia gialla: Mike TEUNISSEN (Jumbo Visma)

Video - Mike Teunissen, volata e maglia gialla! Battuto Sagan di misura nel primo sprint del Tour de France

02:32

Video - "Tour 360", tappa 1: Teunissen volata da dietro e maglia gialla. Magrini e Gregorio risate e baci

07:21
  • Domenica 7 luglio - Tappa 2: da Bruxelles Palais Royal a Brussel Atomium di 27,6 km (crono a squadre)

Le sorprese non finiscono al Tour de France, con la Jumbo Visma che completa un’incredibile doppietta vincendo anche la cronosquadre dopo il successo nella prima tappa con Teunissen (e dire che sembrava finita dopo la caduta di Groenewegen). Gianni Moscon aveva sognato per qualche km la maglia gialla dopo il tempo, comunque ottimo, del Team Ineos che aveva completato i 27,6 km della crono di Bruxelles in 29'18'', ma hanno dovuto fare i conti con gli olandesi che sono andati a 57,2 km/h. Teunissen resta quindi in maglia gialla, salgono in classifica comunque Bernal e Geraint Thomas che guadagnano sugli altri big.

Vincitore: Team JUMBO VISMA | Maglia gialla: Mike TEUNISSEN (Jumbo Visma)

Video - La Jumbo Visma vola e tiene la maglia con Teunissen: rivivi la cronosquadra dei gialloneri

02:00

Video - "Tour 360", tappa 2: Jumbo Visma e Teunissen sempre più giallo, Eurosport sempre più profilo basso

08:51
  • Lunedì 8 luglio - Tappa 3: da Binche a Épernay di 215 km

Che colpo di Alaphilippe che torna a vincere al Tour, indossando inoltre la sua prima maglia gialla in carriera. Era dal 2014 che un corridore francese non indossava la maglia di leader della classifica generale (Gallopin alla 9a tappa nell’anno di Nibali). Grande prova del corridore della Quick Step che è partito nel momento giusto per fare la differenza, senza che la Bora (per Sagan) e la Education First (per Bettiol) potessero rispondere a tono. Lo scatto ai -15,7 dal traguardo è stato decisivo e, nonostante una flessione nel finale, Alaphilippe ha conquistato un successo dei suoi in quel di Épernay. Cambia il volto della classifica non solo per il crollo (fisiologico) di Teunissen, ma anche per i 5’’ guadagnati da Bernal e Pinot: non fanno la differenza, però sono comunque un segnale. Peccato per la foratura nel finale per Fabio Aru che è arrivato al traguardo con un ritardo di 1’22’’ dal vincitore.

Vincitore: Julian ALAPHILIPPE (Deceuninck Quick-Step) | Maglia gialla: Julian ALAPHILIPPE (Deceuninck Quick-Step)

Video - "Tour 360", tappa 3: Tra animali, champagne e gufate... Julian Alaphilippe è fenomenale!

10:18

Video - Numero di Julian Alaphilippe: scatta, recupera Wellens, vince e si prende la maglia gialla

01:36
  • Martedì 9 luglio - Tappa 4: da Reims a Nancy di 213,5 km

Seconda volata del Tour de France ed Elia Viviani riesce a mettere il suo sigillo! Primo successo in carriera alla Grande Boucle per lo sprint veronese, proprio lui che non era riuscito a vincere neanche una tappa al Giro d’Italia nonostante avesse addosso la maglia tricolore. Una bella rivincita per il corridore della Quick Step che sfrutta a dovere il lavoro perfetto della sua squadra, lavoro svolto anche dalla maglia gialla Alaphilippe che ha trainato il gruppo al triangolo rosso del -1 km dal traguardo. Poi la tirata di Richeze e infine la volata tutta potenza di Viviani che diventa il 94° corridore della storia a vincere almeno una tappa in tutti e tre i Grandi Giri (5 al Giro, 3 alla Vuelta e 1 al Tour). Era dal 5 luglio 2017 che un italiano non vinceva una tappa al Tour (Fabio Aru a La Planche des Belles Filles) ed era dall'11 luglio 2014 che un italiano non vinceva una volata (Matteo Trentin proprio a Nancy).

Vincitore: Elia VIVIANI (Deceuninck Quick-Step) | Maglia gialla: Julian ALAPHILIPPE (Deceuninck Quick-Step)

Video - Elia Viviani travolgente! Rivivi la volata che regala il primo successo al Tour all'azzurro

01:03

Video - "Tour 360", tappa 4: Vitamine, Svedesi e lavoro di squadra sì, ma che emozione Elia Viviani!

08:13
  • Mercoledì 10 luglio - Tappa 5: da Sant-Dié-des-Vosges a Comar di 175,5 km

La quiete prima della tempesta. Poteva essere una tappa adatta ad attacchi da lontano, ma i big hanno preferito vigilare e ‘riposarsi’ in vista della temibilissa frazione con arrivo a La Planche des Belles Filles. Niente fughe numerose, con i vari Sagan, Matthews e Alaphilippe che hanno preferito tenere i battistrada a distanza di sicurezza per giocarsi la tappa. Con le difficoltà riscontrate dai velocisti puri nelle salite, è stato Peter Sagan a conquistare un preziosissimo successo, il 12° in carriera al Tour. Lo slovacco prova anche ad andare in fuga nella classifica a punti, andando a +47 su Matthews e +52 su Viviani. Si piazzano van Aert, Trentin e Colbrelli, 9° Alaphilippe, mentre è giunto 13° Bettiol. Ora un po’ di riposo, in vista del primo arrivo in salita di questo Tour.

Vincitore: Peter SAGAN (Bora Hansgrohe) | Maglia gialla: Julian ALAPHILIPPE (Deceuninck Quick-Step)

Video - Hulk is back: rivivi la volata vincente di Peter Sagan, Trentin 3° e Colbrelli 4°

01:15

Video - "Tour 360", tappa 5: Peter Sagan is back! Protagonisti anche Hulk e la “Belle Fille” Leo...

06:21
  • Giovedì 11 luglio - Tappa 6: da Mulhouse a La Planche des Belles Filles di 160,5 km

Dopo Elia Viviani, l’Italia può festeggiare per Giulio Ciccone. Il corridore abruzzese, che ha vinto la maglia di miglior scalatore del Giro, ha sfiorato il successo a La Planche des Belles Filles, ma alza le braccia al cielo per la conquista della maglia gialla, diventando così il 30° corridore azzurro ad indossare il simbolo della leadership del Tour de France. Lato classifica, è Geraint Thomas a dimostrare di avere la miglior condizione: il gallese conquista secondi su tutti rivali, Nibali (+51’’) e Aru (+1’02’’) compresi.

Vincitore: Dylan TEUNS (Bahrain Merida) | Maglia gialla: Giulio CICCONE (Trek Segafredo)

Video - Giulio Ciccone è maglia gialla: la giornata indimenticabile dell’azzurro in 130 secondi

02:17

Video - "Tour 360", tappa 6: L’arte dello scalatore ti premia Giulio Ciccone, sei la maglia gialla!

07:53
  • Venerdì 12 luglio - Tappa 7: da Belfort a Chalon-sur-Saône di 230 km

Altra volata, altro vincitore. Questa volta è il turno di Groenewegen che mostra tutto il suo potenziale in rimonta, bruciando in maniera netta Peter Sagan. Solo Caleb Ewan ha provato a tenergli testa, ma questa volta il corridore olandese è riuscito a portare al termine la volata con successo. Male Elia Viviani che chiuso solo al 6° posto, anche se lo sprinter italiano ha avuto una foratura nel finale. Tutto invariato in classifica generale con Giulio Ciccone che resta in maglia gialla per un’altra tappa.

Vincitore: Dylan GROENEWEGEN (Jumbo Visma) | Maglia gialla: Giulio CICCONE (Trek Segafredo)

Video - "Tour 360", tappa 7: Pronunce, boyband e Signorina Buonasera... intanto la volata è di Groenewegen

09:32

Video - Dylan Groenewegen è più veloce di tutti: sua la volata e che beffa per Viviani, Sagan e Ewan

02:06
  • Sabato 13 luglio - Tappa 8: Mâcon a Saint-Étienne di 200 km

Giulio Ciccone perde la maglia gialla, lasciando ad Alaphilippe - nuovamente - il simbolo del primato del Tour. Il francese se l’è andata a cercare con un’azione sull’ultima salita, che ha lasciato a bocca aperta tutti i big. L’unico a rispondere presente è stato Thibaut Pinot che ha conquistato 20’’ sui rivali in classifica generale: Geraint Thomas cade, ma dimostra di stare bene, mentre Nibali sventola bandiera bianca arrivando a 4’25’’ di ritardo. Il vero protagonista di giornata, però, è Thomas De Gendt che conquista la sua seconda vittoria in carriera al Tour: dopo il Mont Ventoux, conquista l’8a tappa del Tour 2019 dopo 200 km di fuga in cui era presente anche Alessandro De Marchi.

Vincitore: Thomas DE GENDT (Lotto Soudal) | Maglia gialla: Julian ALAPHILIPPE (Deceuninck Quick-Step)

Video - 200km di fuga e poi la gioia: Thomas De Gendt non ci crede, rivivi la sua vittoria a Saint-Étienne

01:52

Video - "Tour 360", tappa 8: I francesi provano ad anticipare ma questa volta vince De Gendt. E Nibali?

08:39
  • Domenica 14 luglio - Tappa 9: da Saint-Étienne a Brioude di 170,5 km

Tappa di trasferimento nel vero senso della parola. La maglia gialla e i big lasciano fare, con la classica fuga bidone che vede al suo interno 15 corridori. Alla fine vince Daryl Impey in una facile volata contro Benoot che non riesce a fare la differenza sulle non banali salite presente nel percorso: niente da fare invece per i vari Stuyven, Roche, Soler e compagnia che avevano provato a rivalutare il proprio Tour de France. Dietro solo Bardet ha un lampo di orgoglio, ma il Team Ineos non lascia andare nessuno. C’è chi perde ed è ancora Vincenzo Nibali che paga altri 3 minuti dai big. Brutto inconveniente, invece, per Alessandro De Marchi che finisce a terra dopo i primi km, riportando una profonda lacerazione al volto: il suo Tour è finito.

Vincitore: Daryl IMPEY (Mitchelton Scott) | Maglia gialla: Julian ALAPHILIPPE (Deceuninck Quick-Step)

Video - Daryl Impey festeggia a Brioude, battuto Benoot. Il gruppo dei big a più di 10 minuti

01:20

Video - "Tour 360", tappa 9: Si brinda coi bicchieri Magroski, nel giorno dei soprannomi e di Daryl Impey

06:57
  • Lunedì 15 luglio - Tappa 10: da Saint-Flour ad Albi di 217,5 km

Doveva essere una tappa di trasferimento con arrivo in volata, invece si è trasformata nella frazione che potrà decidere il Tour de France. Thibaut Pinot era il migliore dei big alla partenza da Saint-Flour, ma il corridore francese si è fatto sorprendere dal ventaglio azionato da Quick Step e Team Ineos. Non solo Pinot, anche Ciccone, Fuglsang, Uran, Porte, Aru, Nibali e George Bennett sono finiti nella trappola, perdendo chi qualche secondo, chi qualche pesantissimo minuto. La classifica così si ridisegna: Alaphilippe è saldamente in testa, poi salgono le quotazioni di Geraint Thomas e Bernal che si piazzano nella top 3 della generale. Capitolo tappa, che vittoria per Van Aert e che vittoria per la Jumbo Visma che conquista la terza volata con il terzo corridore diverso.

Vincitore: Wout VAN AERT (Jumbo Visma) | Maglia gialla: Julian ALAPHILIPPE (Deceuninck Quick-Step)

Video - Wout van Aert festeggia prima del riposo, batte Viviani ad Albi

02:00

Video - "Tour 360", tappa 10: Jumbo Visma poker con Van Aert nella tappa dei veglioni e domani tappa-rella

08:35
  • Martedì 16 luglio - primo giorno di riposo

Dopo 10 giorni consecutivi di corsa, arriva finalmente il primo giorno di riposo di questo Tour de France. Un momento per ricaricare le energie in vista delle due settimane successive che decideranno la Grande Boucle n° 106.

Video - La scienza applicata al ciclismo: come correre controvento e far partire il ventaglio

01:54
  • Mercoledì 17 luglio - Tappa 11: da Albi a Toulouse di 167 km

Altra volata, altro vincitore diverso. Era dal 1996 che il Tour non aveva un padrone dopo 10 tappe in linea, con nessun corridore che si è concesso il lusso di vincere più di una frazione. Questa volta è toccato a Caleb Ewan che vince in rimonta su Groenewegen, ottenendo così il suo primo successo al Tour dopo 3 vittorie in carriera al Giro e una alla Vuelta. L’australiano diventa così il 19° corridore in attività ad aver vinto almeno una tappa nei tre Grandi Giri. Non cambia nulla in classifica generale, anche se perdono ulteriori posizioni e minuti Vincenzo Nibali (ora 31° a 16’40’’) e Giulio Ciccone (29° a 14’35’’) con l’ex maglia gialla che finisce a terra a 31 km dall’arrivo.

Vincitore: Caleb EWAN (Lotto Soudal) | Maglia gialla: Julian ALAPHILIPPE (Deceuninck Quick-Step)

Video - Caleb Ewan trionfa a Tolosa! Viviani è 3°, Colbrelli 6°: rivivi la volata

01:30

Video - "Tour 360", tappa 11: Emoji, FaceApp, spallate e dopo il riposo lo sprint è di Caleb Ewan!

07:43
  • Giovedì 18 luglio - Tappa 12: da Toulouse a Bagnères-de-Bigorre di 209,5 km

Prima tappa di montagna della seconda settimana, ma i big preferiscono pensare alla crono di Pau che può infliggere maggiori distacchi. Alaphilippe è convinto di tenere la maglia gialla, mentre Geraint Thomas può già costruire un buon vantaggio nei confronti dei big. A questo punto parte una fuga di 40 corridori, chi per cercare il successo di tappa chi per conquistare punti per la maglia verde. Tra questi c’è anche Peter Sagan che regala spettacolo in fuga, oltre a conquistare i 20 punti del traguardo volante. In gruppo non succede nulla, mentre Simon Yates si regala un successo prezioso al Tour entrando nel club dei corridori che hanno vinto almeno una tappa in tutti e tre i Grandi Giri (con il britannico sono in 20 tra i corridori ancora in attività).

Vincitore: Simon YATES (Mitchleton Scott) | Maglia gialla: Julian ALAPHILIPPE (Deceuninck Quick-Step)

Video - Ecco Simon Yates! L'inglese fa sua la 12^ tappa ed entra nel club dei vincenti a Giro, Tour e Vuelta

01:13
  • Venerdì 19 luglio - Tappa 13: da Pau a Pau di 27,2 km (cronometro individuale)

Ci avviciniamo ai Pirenei e si parte con una cronometro individuale di 27,2 km dove si potranno perdere anche minuti. Prima parte molto tecnica ed impegnativa vista la presenza del Cériset (312 metri di quota) e della Cote d'Esquillot a metà percorso (307 metri di quota).

Video - Tour de France 2019, tappa 13: Pau-Pau (cronometro), percorso e profilo in 3D

00:46
  • Sabato 20 luglio - Tappa 14: da Tarbes a Tourmalet Barèges a 117,5 km

Non si può più scherzare. La tappa 14 vede l'arrivo della carovana gialla al Tourmalet: arrivo posto a 2115 metri, dopo una salita luna 19 km al 7,4% di pendenza media. Prima del Tourmalet ci sarà battaglia sulla Cote de Labatmale (4a categoria, 1,4 km al 6,7% di pendenza media) e sul Col du Soulor (1a categoria, 11,9 km al 7,8% di pendenza media).

Video - Tour de France 2019, Tappa 14: Tarbes-Tourmalet, percorso e profilo in 3D

01:04
  • Domenica 21 luglio - Tappa 15: da Limoux a Foix Prat d'Albis di 185 km

Altra tappa di montagna, con arrivo a Foix Prat d'Albis dopo 185 km (arrivo a 1205 metri dopo 11,8 km di salita al 6,9% di pendenza media). Prima della ascesa finale, altri 3 GPM: il Col de Montségur (6,8 km al 6%), il Port de Lers (11,4 km al 7%) e il Mur de Péguère (9,3 km al 7,9%).

Video - Tour de France 2019, Tappa 15: Limoux-Foix Prat d'Albis, percorso e profilo in 3D

01:18
  • Lunedì 22 luglio - secondo giorno di riposo

Dopo le fatiche delle prime due settimane di Tour de France, secondo - meritato - giorno di riposo in quel di Nîmes, prima dell'inizio dell'ultima durissima settimana.

  • Martedì 23 luglio - Tappa 16: da Nîmes a Nîmes di 177 km

Si riparte dopo il secondo e ultimo giorno di riposo. La Nîmes-Nîmes di 177 km non presenta particolari insidie, con la Côte de Saint-Jean-du-Pin (1,8 km di salita alla pendenza media del 4,2%) posta a metà percorso. Tappa ideale per i velocisti, o per quelli che sono rimasti in corsa...

Video - Tour de France 2019: tappa 16, il profilo in 3D

01:05
  • Mercoledì 24 luglio - Tappa 17: da Pont du Gard a Gap di 200 km

Prima dei fuochi d'artificio, ecco la Pont du Gard-Gap di 200 km, ideale per i cacciatori di tappa. Ci saranno due GPM sul percorso: la Côte de la Rochette-du-Buis (4a categoria al 6,2% per 2,3 km) e il Col de la Sentinelle nel finale (3a categoria al 5,4% per 5,2 km). Poi circa 9 km di discesa per rendere il finale più movimentato.

Video - Tour de France 2019: tappa 17, il profilo in 3D

01:06
  • Giovedì 25 luglio - Tappa 18: da Embrun a Valloire di 208 km

Occasione per gli scalatori per far saltare il banco con la Embrun-Valloire di 208 km. Arrivo poi in discesa per sparigliare le carte. Si parte subito con la Côte de Demoiselles Coiffées (3a categoria al 5,2%), poi il Col de Vars (1a categoria al 7,5% per 9,3 km) e infine due GPM Hors Catégorie. Prima l'Izoard (14,1 km alla pendenza media del 7,3%) e il Galibier (23 km alla pendenza media del 5,1%), poi sarà discesa fino a Valloire, per la tappa regina di questo Tour.

Video - Tour de France 2019: tappa 18, il profilo in 3D

01:24
  • Venerdì 26 luglio - Tappa 19: da Saint-Jean-de-Maurienne a Tignes di 126,5 km

Il percorso alpino prosegue con la Saint-Jean-de-Maurienne-Tignes di 126,5 km: una frazione relativamente corta, ma molta insidiosa. 5 GPM: si parte con la Côte de Saint-André (3a categoria al 6,8% per 3,1 km), poi la Montée d'Aussois (2a categoria al 6,2% per 6,5 km), si prosegue con il Col de la Madeleine (3a categoria al 5,6% per 3,9 km), fino al Col de l'Iseran (Hors Catégorie al 7,5% per 12,9 km). Non finisce qui perché c'è la Montée de Tignes al km 124,5 (1a categoria al 7% per 7,4 km) con arrivo in quota a 2113 metri. Chi vuole vincere il Tour dovrà fare la differenza qui.

Video - Tour de France 2019: tappa 19, il profilo in 3D

01:00
  • Sabato 27 luglio - Tappa 20: da Albertville a Val Thorens di 130 km

La Albertville-Val Thorens è l'ultima tappa di montagna di questo Tour de France, la frazione decisiva per l'assegnazione della maglia gialla. Tappa essenzialmente corta, 130 km, con tre GPM lungo il percorso. Dal Cormet de Roselend (1a categoria al 6% per 19,9 km) alla Côte de Longefoy (2a categoria al 6,5% per 6,6 km). Si chiude con il Val Thorens a quota 2365 metri, con una salita lunga 33,4 km alla pendenza media del 5,5%.

Video - Tour de France 2019: tappa 20, il profilo in 3D

01:09
  • Domenica 28 luglio - Tappa 21: da Rambouillet a Paris Champs-Élysées di 128 km

L'ultima tappa del Tour de France, i giochi sono ormai fatti. 128 km da Rambouillet agli Champs-Élysées per salutare la carovana gialla e fare i complimenti al vincitore. È la passerella finale, con la solita volata per celebrare l'ultimo vincitore di tappa e (eventualmente) l'assegnazione della maglia verde. Sul percorso anche due GPM, entrambi di 4a categoria: la Côte de Saint-Rémy-lès-Chevreuse al km 34 e la Côte de Châteaufort al km 38.

Video - Tour de France 2019: tappa 21, il profilo in 3D

01:03

Il Tour de France 2019 in tv

Ogni giorno il Tour de France sarà trasmesso in DIRETTA su Eurosport 1 e su Eurosport Player (con tante esclusive e contenuti in più) dalle 12:00 circa con il commento di Luca Gregorio e Riccardo Magrini.

Video - Tour de France 2019 al via su Eurosport: sconsigliato ai deboli di cuore

00:30
0
0