Getty Images

Impey vince in volata su Benoot! Alaphilippe resta in giallo, Nibali perde altri 3 minuti

Impey vince in volata su Benoot! Alaphilippe resta in giallo, Nibali perde altri 3 minuti

Il 14/07/2019 alle 17:47Aggiornato Il 14/07/2019 alle 18:15

Il gruppo maglia gialla lascia andare la fuga, che colleziona addirittura 14 minuti di vantaggio. Primo dello scollinamento dell'ultima salita ecco che partono Roche, Benoot e Impey, con il sudafricano a vincere la tappa in volata su Benoot. Non succede nulla in classifica generale con Alaphilippe che resta in maglia gialla. Perde altri minuti Nibali, che finisce 30° a 8'56''.

Tappa di trasferimento nel vero senso della parola. La maglia gialla e i big lasciano fare, con la classica fuga bidone che vede al suo interno 15 corridori. Alla fine vince Daryl Impey in una facile volata contro Benoot che non riesce a fare la differenza sulle non banali salite presente nel percorso: niente da fare invece per i vari Stuyven, Roche, Soler e compagnia che avevano provato a rivalutare il proprio Tour de France. Dietro solo Bardet ha un lampo di orgoglio, ma il Team Ineos non lascia andare nessuno. C’è chi perde ed è ancora Vincenzo Nibali che paga altri 3 minuti dai big. Brutto inconveniente, invece, per Alessandro De Marchi che finisce a terra dopo i primi km, riportando una profonda lacerazione al volto: il suo Tour è finito.

L'ordine d'arrivo

Corridore Tempo
1. Daryl IMPEY (Mitchelton Scott) 4h03'12''
2. Tiesj BENOOT (Lotto Soudal) st
3. Jan TRATNIK (Bahrain Merida) +10''
4. Oliver NAESEN (AG2R) +10''
5. Jasper STUYVEN (Trek Segafredo) +10''
6. Nicolas ROCHE (Team Sunweb) +14''
7. Marc SOLER (Movistar) +21''
8. Iván GARCÍA CORTINA (Bahrain Merida) +1'50''
9. Simon CLARKE (Education First) +1'50''
10. Anthony DELAPLACE (Arkéa Samsic) +2'42''

Fuga bidone: 15 all’attacco, il gruppo maglia gialla lascia andare

Solita fuga in avvio, con tanti tentativi nei primi km. Alla fine prende corpo una fuga di 14 corridori, a cui si unisce Marc Soler della Movistar. Non riesce il ricongiungimento a Rui Costa che, come lo spagnolo, aveva provato ad evadere dal gruppo per andare all’attacco. Tra i componenti della testa della corsa solo due francesi: Delaplace e Sicard, un po’ poco considerando che è il giorno della festa nazionale francese. Tra i big ci sono anche Tony Martin (Jumbo Visma), Boasson Hagen (UAE Emirates Team), Benoot (Lotto Soudal), Naesen (AG2R), Impey (Mitchelton Scott) e Nicolas Roche (Sunweb) che è il corridore con un piazzamento in classifica generale. L’irlandese della Sunweb ha più di 23 minuti di ritardo nella generale e il gruppo maglia gialla si disinteressa completamente della fuga.

Benoot, Impey e Roche a giocarsi la tappa: Bardet ci prova da lontano

Ai -42 km dall’arrivo ecco l’attacco di Pöstlberger che prova ad anticipare i compagni di fuga prima dell’ultima salita di giornata. Alle sue spalle un gruppetto composto da 7 corridori: Benoot, Tratnik, Naesen, Stuyven, Soler, Impey e Roche. A 3 km dallo scollinamento ci provano Benoot e Roche, poi raggiunti da uno stoico Impey che scollina addirittura per primo al GPM. Nel gruppo maglia gialla, abbozza un attacco Bardet - con Bennett e Porte - che viene però ripreso dall’accelerata di Kwiatkowski. La squadra britannica, infatti, immobilizza la corsa, tenendo tutto sotto controllo.

Impey vince la volata, gruppo a 16 minuti

Impey e Benoot hanno ancora benzina e se ne vanno da soli, mentre Roche si stacca proprio sul più bello in un ‘risciacquo’ subito dopo l’ultima salita. Dietro provano ad organizzarsi, ma nessuno riesce a rimontare sulla coppia di testa. È corsa a due e per Impey è un gioco da ragazzi battere Benoot in volata. A più di 16 minuti di ritardo arriva il gruppo maglia gialla, con la classifica generale che non vede nessun cambiamento dopo la tappa di ieri.

La classifica generale

Corridore Tempo
1. Julian ALAPHILIPPE (Deceuninck-Quick Step) 38h37'36''
2. Giulio CICCONE (Trek Segafredo) +23''
3. Thibaut PINOT (Groupama-FDJ) +53''
4. George BENNETT (Jumbo Visma) +1'10''
5. Geraint THOMAS (Team Ineos) +1'12''
6. Egan BERNAL (Team Ineos) +1'16''
7. Steven KRUIJSWIJK (Jumbo Visma) +1'27''
8. Rigoberto URÁN (Education First) +1'38''
9. Jakob FUGLSANG (Astana) +1'42''
10. Emanuel BUCHMANN (Bora Hansgrohe) +1'45''

Video - Paura per Alessandro De Marchi: bruttissima caduta, abbandona il Tour in ambulanza

00:42
0
0