Eurosport

Valverde è il Pro Tour

Valverde è il Pro Tour
Di Eurosport

Il 02/10/2006 alle 22:05Aggiornato

A 2 prove dalla sua conclusione, Alejandro Valverde è già matematicamente vincitore del Pro Tour 2006. Succede in Albo d'Oro a Di Luca.

Con 2 prove ancora da venire, Parigi-Tours domenica 8 ottobre, Giro di Lombardia sabato 14 ottobre, il secondo circuito Pro Tour ha già il suo vincitore, che succede nell’Albo d’oro a Danilo Di Luca. E’ Alejandro Valverde il Re del Pro Tour 2006, al momento quota 285 punti, la possibilità di aumentare la quota vittoria con il Giro di Lombardia, che correrà, a differenza della Parigi-Tours.

Secondo al Giro dei Paesi Baschi ad inizio aprile, ove ha messo i primi punti utili, proprio nel mese di aprile lo spagnolo ha messo i mattoni base del trionfo, imponendosi alla Freccia Vallone mercoledì 19 aprile, e ripetendosi, quattro giorni dopo, con Bettini secondo e Cunego 3° in una bellissima Liegi Bastogne Liegi. 90 punti raccolti in 4 giorni, che lo hanno issato in vetta alla lista, una vetta che il murciano non ha poi più mollato. Chi a quel punto gli stava più vicino in classifica, ovvero Boonen, aveva infatti, sul pavè di Fiandre e Roubaix, già sparato le cartucce più importanti della stagione.

Alla vigilia del Tour de France, sul quale molto puntava e che ha dovuto abbandonare causa caduta nei primissimi giorni, Valverde comandava con 57 punti di vantaggio su Basso, la cui esclusione dal Tour, causa Operacion Puerto e conseguente polverone alzatosi, ha certamente, in parte agevolato il trionfo Pro Tour di Valverde. La Vuelta Espana, che lo ha visto vincitore di 1 tappa e secondo della graduatoria finale, lo ha infine da una parte amareggiato per il mancato golpe a Madrid, ma pure messo al sicuro da possibili imboscate sorpasso.

Al momento quinto a quota 155 punti, ottimo 3° alla Roubaix e buon 5° al Fiandre, Alessandro Ballan è il migliore degli italiani nella graduatoria complessiva e con ogni probabilità lo sarà anche dopo il Lombardia. Valverde sarà invece sicuramente uno dei papabili mister Pro Tour anno 2007, nonché uno dei corridori di riferimento a tutto tondo, tra Grandi Classiche e Grandi Giri. Uno dei pochi capace di vincere sia le une che gli altri. Uno che in carriera vanta al momento un secondo posto alla Vuelta, una classica monumento già in bacheca (la Liegi) un'altra di un certo spessore (la Freccia), oltre a due medaglie d'argento e una di bronzo, tutte conquistate nella prova che assegna la maglia di campione del mondo. Valverde, troppo invitante il gioco di parole per rinunciarvi, vale molto e forse ha ancora vinto poco per il tanto che vale.

0
0