AFP

È subito Froome contro Quintana: La Sky vince la cronosquadre per 4 decimi; Contador in ritardo

È subito Froome contro Quintana: La Sky vince la cronosquadre per 4 decimi

Il 20/08/2016 alle 17:49Aggiornato Il 21/08/2016 alle 16:15

Con il tempo di 30:37 alla media di 54.500 km/h, il Team Sky del re del Tour vince la prima tappa della Vuelta a España e Peter Kennaugh è la prima maglia rossa. Seconda per 4 decimi la Movistar di Quintana/Valverde; terza a 6 secondi la Orica di Esteban Chaves. Male la Tinkoff di Alberto Contador (+52") e la Astana di Michele Scarponi, che chiude la top-ten cronosquadre con 58" di ritardo.

Dal Tour de France alla Vuelta a España, da Quintana a Contador, si rinnova sulle strade della Galizia la grande sfida a Chris Froome, ma ci sono anche i grandi protagonisti dell’ultimo Giro d’Italia: Esteban Chaves, Steven Kruijswijk, Alejandro Valverde e Gianluca Brambilla, designato capitano dalla Etixx-Quickstep. Sono lui e Michele Scarponi, alla guida della Astana, gli alfieri del ciclismo italiano alla Vuelta per le assenze di Vincenzo Nibali e Fabio Aru ultimo vincitore della Roja, poi Bennati, Boaro (Tinkoff) Puccio (Sky) Battaglin (Lotto NL-Jumbo) Cataldo, Malacarne, Vanotti (Astana) Bonifazio, Felline (Trek-Segafredo) Formolo, Moser, Villella (Cannondale) Sbaragli (Dimension Data) Cattaneo, Conti, Zurlo (Lampre-Merida) e Cesare Benedetti della Bora-Argon.

L'équipe Sky, victorieuse du contre-la-montre par équipes de la Vuelta

L'équipe Sky, victorieuse du contre-la-montre par équipes de la VueltaAFP

Per il settimo anno consecutivo, la Vuelta a España si apre con la cronosquadre, e la 71a edizione presenta una lunga prova di 27,8 chilometri dagli impianti termali di Baleario de Laias al Parco acquatico di Castrelo de Miño. Il percorso inizia e termina in leggera salita con poche curve e c’è una parte tecnica più tortuosa fra il primo intermedio (Cruce Leiro, km. 9,4) e San Cristovo (km. 18.2) che può fare la differenza. La Bora-Argon vara la pedana di Ourense e completa la prova in 31:34 fino all’arrivo della Etixx in 30:59: intanto, il miglior tempo al primo intermedio è della Orica Bike-Exchange in 10’32 e della BMC al secondo. La squadra australe di Esteban Chaves chiude in 30'43, è però il crono della Movistar, che aveva un ritardo di 11 secondi al primo intertempo e 13" dalla BMC ai meno dieci, e quello della Sky a far tremare i commissari della Vuelta: 30:37, 4 decimi in meno per il team britannico che manda un fedelissimo di Froome, Peter Kennaugh, in maglia rossa.

Il Team Sky vince il primo dei 7 appuntamenti galiziani di questa Vuelta; Christopher Froome ricomincia da dove aveva smesso al Tour de France per diventare il primo corridore a vincere Grande Boucle e Roja in questa successione (Anquetil nel 1963 e Hinault nel '78 corsero la Vuelta in primavera); Peter Kennaugh, 27 anni, è diventato a Londra 2012 il primo mannese a vincere la medaglia d'oro, nel quartetto dell'inseguimento a squadre britannico sulla pista olimpica. Chi non sorride a Castrelo de Miño è invece Alberto Contador perché la sua Tinkoff tarda di 52 secondi sul traguardo... Per non parlare di Scarponi, visto che al giovane Miguel Angel Lopez salta la catena dopo pochi minuti su un errore di cambiata che mette i compagni Astana in stand-by appena partiti.

VIDEO - Il Team Sky vince la prima tappa della Vuelta: Kennaugh si veste di rosso

0
0