Getty Images

Dennis non si batte a crono! Kruijswijk e Simon Yates guadagnano su Quintana e Lopez

Dennis non si batte a crono! Kruijswijk e Simon Yates guadagnano su Quintana e Lopez

Il 11/09/2018 alle 17:47Aggiornato Il 11/09/2018 alle 19:02

Il corridore della BMC domina la crono di Torrelavega superando Rosskopf e Castroviejo. In classifica Simon Yates guadagnano ulteriori secondi su Quintana che perde anche la terza piazza della generale in favore di Kruijswijk.

Era il grande favorito e non ha tradito le attese. Come al Giro d’Italia e come al cronoprologo di questa Vuelta, Rohan Dennis sbaraglia la concorrenza sui 32 km contro il tempo tra Santillana e Torrelavega, rifilando ben 50 secondi al compagno di squadra Rosskopf e a Castroviejo. Tra i big, i vincitori di giornata sono Yates, che incrementa il suo vantaggio in classifica, e soprattutto Steven Kruijswijk quarto assoluto con una prova da applausi che gli vale il podio provvisorio nella generale. Bene Mas e Valverde, male Quintana, Uran e Miguel Angel Lopez.

Dopo Botero, Aitor González e Cancellara, Dennis fa segnare un piccolo record in questo secolo...

Dopo il secondo e ultimo giorno di riposo, la Vuelta numero 73 riparte con una cronometro non banale ad inaugurare la settimana decisiva. 32 km ondulati tra Santillana e Torrelavega, patria del tre volte campione del mondo Oscar Freire e di Juan Cobo, vincitore del Giro di Spagna nel 2011. Difficile per i big della generale vincere questa tappa, ma chi vuole incrinare le sicurezze di Simon Yates deve cominciare a farlo fin da oggi. Ordine di partenza, come vuole la tradizione, a classifica invertita: dall’austriaco Matthias Brandle (Trek) fino all’inglese della Mitchelton Scott.

Stravince Dennis, ancora lui

Il primo a far segnare un tempo di rilievo è Kasper Asgreen. Il danese della Quick-Step ferma il cronometro sul 49’07’’, spazzando via tutti le prestazioni precedenti. Ma poco dopo, scatta l’ora dei tre grandi favoriti di giornata. Il primo a scendere in pista è il campione d’Europa, Victor Campenaerts. Il belga scatena un testa a testa con Asgreen, ma nonostante la volata fin sul traguardo finisce dietro, senza riuscire a nascondere poi la sua delusione. Ce la fa invece Jonathan Castroviejo, che conclude davanti a tutti per una ventina di secondi. Ma anche lo spagnolo del Team Sky sa di avere i minuti contati perché sta arrivando sul traguardo Rohan Dennis. Il corridore della BMC, già trionfatore nel cronoprologo, demolisce il miglior tempo a ogni intermedio e finisce le sue fatiche col tempo di 37’57’’, 50 secondi meglio del suo più diretto avversario. Un mostro.

Video - Dennis dopo la vittoria della crono: "Sono felice! C'è grande fiducia per il Mondiale"

02:34

Yates e Kruijswjik guadagnano su Quintana e Valverde, occhio ad Enric Mas

Il copione cambia poco nella seconda parte di corsa. Yates “si scrolla di dosso” Valverde, Quintana e soprattutto Lopez continuano a perdere secondi preziosi. Mas si conferma come corridore di livello anche su questo terreno (occhio, ora è 5° in classifica), Pinot cede un po’ alla distanza. E Kruijswijk fa il colpaccio, dando la paga a tutti i diretti concorrenti e salendo al terzo posto nella generale. Tutto sotto gli occhi di un imbattibile Dennis, che nonostante smorfie di tensione dall’angolo del leader aveva già vinto questa corsa dopo aver tagliato il traguardo.

Gli italiani: De Marchi il migliore, malissimo Aru

De Marchi dimostra di avere ancora una grande gamba dopo due settimane di Vuelta e chiude a “solo” a 1 minuto e 50 da Dennis. È lui il migliore degli italiani. Arriva il momento dei migliori, a partire da Michal Kwiatkowski. Il polacco stampa un tempo clamoroso al primo intermedio, salvo calare alla distanza, dimostrando di non essere al 100% dopo la caduta dell’altro giorno. Mas e Pinot partono piuttosto forte, ma a impressionare è Steven Kruijswijk, che fa anche meglio di Dennis al primo riferimento cronometrico. Nella prima parte, tra i big, volano Valverde e Simon Yates, mentre Lopez e Quintana pagano già qualcosa. Molto lento, fin dall’inizio, uno spento Fabio Aru.

Fabio Aru, Vuelta tappa 16

Fabio Aru, Vuelta tappa 16Eurosport

L'ordine d'arrivo

1. Rohan DENNIS (BMC) 37'57''; 2. Joey ROSSKOPF (BMC) +50''; 3. Jonathan CASTROVIEJO (SKY) +50''; 4. Steven KRUIJSWIJK (TLJ) +51''; 5. Michal KWIATKOWSKI (SKY) +51''; 6. Enric MAS (QST) +1'03''; 13. Simon YATES (MTS) +1'28''; 15. Alejandro VALVERDE (MOV) +1'35''; 26. Nairo QUINTANA (MOV) +2'10''; 57. Fabio ARU (UAD) +3'43''; 63. Vincenzo NIBALI (TBM) +4'02''

La classifica generale

1. Simon YATES (MTS) 64h52'28''; Alejandro VALVERDE (MOV) +0'33''; Steven KRUIJSWIJK (TLJ) +0'52''; Nairo QUINTANA (MOV) +1'15''; Enric MAS (QST) +1'30''; 13. Gianluca BRAMBILLA (TFS); 14. Fabio ARU (UAD) +10'34''

Video - Thibaut Pinot si prende i Lagos de Covadonga! Simon Yates resta saldo in maglia rossa

02:58
0
0