Getty Images

Vincenzo Nibali si sfoga: "Non sono nella condizione di fare la differenza al Mondiale"

Vincenzo Nibali si sfoga: "Non sono nella condizione di fare la differenza al Mondiale"

Il 16/09/2018 alle 09:39Aggiornato Il 16/09/2018 alle 09:40

Dal nostro partner OAsport.it

Eurosport Player: Guarda tutte le tappe LIVE

Guarda Eurosport

La Vuelta a España 2018 volge al termine ed oggi a Madrid sarà il giorno del trionfo per il britannico Simon Yates che chiude il cerchio dei successi del Regno Unito in questa stagione, guardando alle vittorie di Chris Froome nel Giro d’Italia e di Geraint Thomas al Tour de France.

Felicità e soddisfazione non albergano invece nell’animo di Vincenzo Nibali che da questa Vuelta si sarebbe aspettato altre risposte in ottica mondiale. Lo “Squalo” ha cercato anche ieri un’azione per mettere il proprio marchio nella corsa a tappe spagnola ma il fisico e la sua condizione non gli hanno consentito di centrare l’obiettivo. Comprensibile, quindi, un po’ di scoramento da parte del siciliano che, intervistato dalla Gazzetta dello Sport, con parole forti, ha sottolineato il suo momento di forma:

" Non sono nella condizione di fare la differenza e di poter vincere il Mondiale. Poi voi, tra i favoriti, mi darete quattro o cinque stelle e magari anche la stella cometa. Però io sono scocciato da questa situazione. Di salute sto meglio, però la mia condizione l’avete vista. In questa Vuelta ho raccolto ben poco"

La rassegna iridata di Innsbruck (Austria) si avvicina (30 settembre) ed è evidente che queste considerazioni sono un campanello d’allarme chiaro sul fronte italiano. In questo senso il ct Davide Cassani, ieri presente alla Coppa Agostoni vinta da un grandioso Gianni Moscon, ha preferito non sbilanciarsi: “Per ora preferisco non dire nulla. Lasciatemi prima parlare con lui, magari di persona“.

Video - Vuelta 2018: i momenti chiave della 2esima tappa, Nibali in fuga, Yates scatta ma Mas non si batte

02:36
0
0