Getty Images

Domenico Pozzovivo rischia di non poter più correre, i danni subiti sono gravi

Domenico Pozzovivo rischia di non poter più correre, i danni subiti sono gravi

Il 13/08/2019 alle 10:57Aggiornato Il 13/08/2019 alle 11:03

Dal nostro partner OAsport.it

La carriera di Domenico Pozzovivo nel mondo del ciclismo, invece di puntare alla Vuelta a Espana 2019, potrebbe essersi conclusa nella strada che da Laurignano, frazione di Dipignano, conduce a Mendicino in provincia di Cosenza. L’incidente che lo ha purtroppo visto protagonista ha provocato danni ingenti al nativo di Policoro che sono stati elencati da Emilio Magni medico della Bahrain-Merida. Un vero e proprio bollettino di guerra, come viene riportato dalla Gazzetta dello Sport.

" Domenico si è procurato la frattura della clavicola, omero e ulna del braccio sinistro, quindi tibia e perone della gamba destra. Le fratture di omero, ulna e tibia sono esposte. Per quanto riguarda le costole non è ancora stato definito il quadro esatto perchè le immagini non sono chiare, quindi non si capisce se ci siano fratture o infrazioni. C’è inoltre una contusione polmonare, ma quantomeno non problemi ventilatori. Non ha mai perso conoscenza, ed è tranquillo e consapevole"

Nei prossimi giorni il programma della degenza del classe 1982 è già ben definito. “Le fratture di omero e ulna verranno stabilizzate con fissatori esterni. La gamba destra è stata messa in trazione per allineare i monconi della frattura. Nelle prossime ore verrà portato nel reparto di ortopedia, quindi serviranno ulteriori esami, tac e radiografie, per avere un quadro più preciso”. Un infortunio che, forse, mette la parola “fine” alla carriera di Pozzovivo e che lo stesso dottor Magni sintetizza in questo modo:“Nel complesso non si può che parlare di una bella batosta. L’obiettivo principale, anche considerando i suoi 36 anni, è quello di recuperare per prima cosa l’uomo. Al corridore, eventualmente, ci penseremo in seguito”.

L’ultima battuta spetta al padre di Pozzovivo, Leonardo, che spiega quanto il figlio abbia rischiato grosso nell’incidente e cosa sia effettivamente accaduto: “Per fortuna Domenico non è in pericolo di vita, questa è la cosa più importante. E’ lucido e forte di carattere e non mollerà. L’incidente ha avuto una dinamica assurda. C’era una semi-curva che chiudeva un po’ e quella macchina ha allargato, forse per l’alta velocità e lo ha centrato. Uno scontro frontale pazzesco. Domenico è volato sul cofano. Contando l’andamento gli è andata bene”.

Video - “Best of Tour 360": Alaphilippe e Bernal, grandine e tante risate... il meglio del Tour de la Folie

12:30
0
0