Getty Images

Roglic c'è per la roja, Pogacar sarà un fenomeno: le 3 verità della prima settimana della Vuelta

Roglic c'è per la roja, Pogacar sarà un fenomeno: le 3 verità della prima settimana della Vuelta

Il 02/09/2019 alle 14:59Aggiornato Il 02/09/2019 alle 15:00

Chi è il favorito per la maglia roja? Cosa combina la Movistar? Chi è il vero capitano dell'UAE Emirates? Ecco alcune risposte che ci sono state date dopo 9 tappe in questa pazza Vuelta.

1) Roglic è stato perfetto nella prima settimana: il favorito è lui

Nell’ultima tappa affrontata è stato bersagliato da tutti. L’obiettivo degli uomini di classifica era quello di fare fuori Roglic, o quanto meno guadagnare il più possibile in vista della crono di Pau. Lo sloveno fa paura e a crono può dare più di 1’30’’ a tutti i rivali, nei 36,2 km che rischiano di essere veramente decisivi per l’epilogo di questa Vuelta. Roglic è stato tatticamente perfetto a non rispondere a nessun attacco, a non strafare, considerando le tre settimane (nonostante una caduta). La lezione del Giro d’Italia gli è servita e ha avuto una grande mano da uno stoico Sepp Kuss. Bennett e Gesink non sono sembrati al meglio, Kruijswijk si è subito ritirato, ma l’americano classe ’94 ha fatto un lavoro incredibile nel ricucire, da solo, sui tanti attacchi provati da Quintana, Valverde e Miguel Ángel López. Roglic c’è ed è a soli 6’’ da Quintana. E con la crono...

La nuova classifica generale

Corridore Tempo
1. Nairo QUINTANA (Movistar) 35h18'18''
2. Primoz ROGLIC (Jumbo Visma) +6''
3. Miguel Ángel LÓPEZ (Astana) +17''
4. Alejandro VALVERDE (Movistar) +20''
5. Tadej POGACAR (UAE Emirates) +1'42''

Video - Testa, gambe e cuore nel capolavoro di Pogacar, il 20enne della UAE vince a Cortals d’Encamp

01:37

2) La Movistar sbaglia ancora strategia: c’è bisogno di qualcosa di più

La giornata della Movistar è stata surreale. Miguel Ángel López sembrava imprendibile, ma il colombiano - a causa di una caduta - ha abdicato. Roglic andava del suo passo e la coppia Valverde-Quintana ha avuto una chance clamorosa per portare fieno in cascina. Il duo del team spagnolo non è sembrato però in palla sul timing degli attacchi e quando Quintana sognava la doppietta tappa+roja, ecco il clamoroso episodio con Soler. Il catalano era andato in fuga e voleva rimanerci per centrare il successo a Cortals d’Encamp, non per dare una mano a Quintana. Ecco che il colombiano si è fatto sfilare da Pogacar e ha conquistato solo pochi secondi su Roglic. Questo è solo uno dei tanti episodi che hanno caratterizzato il lavoro della Movistar negli anni, soprattutto con la coppia Valverde-Quintana al timone. I componenti della squadra non si parlano, non conoscono fino in fondo le strategie e si finisce per fare l’ennesima figuraccia. E dire che al Giro erano stati praticamente perfetti con Caparaz.

Video - La Movistar ferma Soler (per aspettare Quintana), lui non è d'accordo!

00:26

3) Pogacar ha le stigmate per diventare un fenomeno, ma non deve avere fretta

Tutti aspettavano Fabio Aru, ma all’UAE Emirates hanno trovato strada facendo un fenomeno. Il suo nome è Tadej Pogacar che già aveva fatto bene in stagione e che veniva inserito nella rosa delle possibili sorprese di questa Vuelta. Nella prima settimana ha tenuto il passo dei grandi e all’ultima tappa di salita ha fatto meglio, addirittura, dei 4 big, trovando un successo insperato alla vigilia. Lui si è gestito perfettamente, anche sotto la pioggia, anche sullo sterrato, beffando d’astuzia Quintana che sognava la doppietta. Pogacar ha un grande talento e un buon passo e, ricordiamolo, ha solo 20 anni. Dove potrà arrivare? Giusto però non fare le cose di fretta come hanno detto più volte i suoi direttori sportivi. Lui doveva aiutare Fabio Aru, ma con il ko del sardo ora ha ovviamente un altro ruolo. Che sprigioni il suo talento, senza però avere pressioni di classifica. Per quello ci sarà tempo.

Video - “Vuelta 360”, tappa 9: Gioventù e coraggio di Pikachu Pogacar, tattiche, gesti e insulti di Soler

07:34

Video - Haupman: "Pogacar è speciale. Dove può arrivare? Lo vedremo nel tempo, ora aiuta la squadra"

06:35

Tutte le tappe

  • Sabato 24 agosto - Tappa 1: da Salinas de Torrevieja a Torrevieja di 18 km (cronosquadre) | RI-LIVE | IL COMMENTO |
  • Domenica 25 agosto - Tappa 2: da Benidorm a Calpe di 193 km | RI-LIVE | IL COMMENTO |
  • Lunedì 26 agosto - Tappa 3: da Ibi. Ciudad del Juguete ad Alicante di 186 km | RI-LIVE | IL COMMENTO |
  • Martedì 27 agosto - Tappa 4: da Cullera ad El Puig di 177 km | RI-LIVE | IL COMMENTO |
  • Mercoledì 28 agosto - Tappa 5: da L’Eliana all'Observatorio Astrofísico de Javalambre di 165,6 km | RI-LIVE | IL COMMENTO |
  • Giovedì 29 agosto - Tappa 6: da Mora de Rubielos ad Ares del Maestrat di 196,6 km | RI-LIVE | IL COMMENTO |
  • Venerdì 30 agosto - Tappa 7: da Onda a Mas de la Costa di 182,4 km | RI-LIVE | IL COMMENTO |
  • Sabato 31 agosto - Tappa 8: da Valls a Igualada di 168 km | RI-LVE | IL COMMENTO |
  • Domenica 1° settembre - Tappa 9: da Andorra la Vella a Cortals d’Encamp di 96,6 km | RI-LIVE | IL COMMENTO |
  • Lunedì 2 settembre - primo giorno di riposo
  • Martedì 3 settembre - Tappa 10: da Jurançon a Pau di 36,1 km (cronometro individuale) | SEGUI IL LIVE |
  • Mercoledì 4 settembre - Tappa 11: da Saint-Palais ad Urdax-Dantxarinea di 169 km | SEGUI IL LIVE |
  • Giovedì 5 settembre - Tappa 12: da Circuito de Navarra a Bilbao di 175 km | SEGUI IL LIVE |
  • Venerdì 6 settembre - Tappa 13: da Bilbao a Los Machucos. Monumento Vaca Pasiega di 167,3 km | SEGUI IL LIVE |
  • Sabato 7 settembre - Tappa 14: da San Vicente de la Barquer ad Oviedo di 189 km | SEGUI IL LIVE |
  • Domenica 8 settembre - Tappa 15: da Tineo a Santuario del Acebo di 159 km | SEGUI IL LIVE |
  • Lunedì 9 settembre - secondo giorno di riposo
  • Martedì 10 settembre - Tappa 16: da Pravia all'Alto de La Cubilla. Lena di 155 km | SEGUI IL LIVE |
  • Mercoledì 11 settembre - Tappa 17: da Aranda de Duero a Guadalajara di 199,7 km | SEGUI IL LIVE |
  • Giovedì 12 settembre - Tappa 18: da Colmenar Viejo a Becerril de la Sierra di 180,9 km | SEGUI IL LIVE |
  • Venerdì 13 settembre - Tappa 19: da Ávila a Toledo di 163,4 km | SEGUI IL LIVE |
  • Sabato 14 settembre - Tappa 20: da Arenas de San Pedro a Plataforma de Gredos di 189 km | SEGUI IL LIVE |
  • Domenica 15 settembre - Tappa 21: da Fuenlabrada a Madrid di 105,6 km | SEGUI IL LIVE |

Video - Lavoro super di Nibali e Sonny Colbrelli vince a Erfurt: rivivi la sua volata

02:40
0
0