Eurosport

Longines Global Champions Tour:  Zorzi e De Luca pronti per Doha

Longines Global Champions Tour:  Zorzi e De Luca pronti per Doha

Il 09/11/2018 alle 21:31

Dopo 15 tappe, il Longines Global Champions Tour volge verso Doha che, dopo Città del Messico, Miami Beach, Shanghai, Madrid, Amburgo, Ramatuelle/Saint Tropez, Cannes, Cascais Estoril, Monaco, Parigi, Chantilly, Berlino, Londra, Valkenswaard e Roma, sarà incaricata di qualificare il sedicesimo atleta in gara per il Longines Global Champions Tour Super Grand Prix di Praga (13 -16 di dicembre).

Sfida, quest’ultima, riservata, quindi, ai top 16 riders del 2018, ovvero i migliori individuali del Gran Premio di ogni tappa LGCT.

Al Shaqab rappresenterà l’ultimo trampolino di lancio verso i GC Playoffs di Praga, inedito evento che vedrà scendere in campo i primi 16 dei 19 team avversari durante l’intera stagione (i primi 4 andranno direttamente in semifinale) e che si concluderà con il titolo “Global Champions League 2018”. Prima, però, l’arena qatarina celebrerà il podio 2018 targato “Longines Global Champions Tour”.

Il passaggio del testimone tra Roma e Doha mette nero su bianco le aspettative azzurre: è Alberto Zorzi il cavaliere in corsa per il secondo gradino del podio individuale e a squadre. Con 237 punti, è secondo solo al britannico Ben Maher (284) – già eletto vincitore del circuito allo Stadio dei Marmi – e precede il Numero 1 della ranking mondiale Harrie Smolders (234) e il vincitore della Longines FEI World Cup Jumping di Verona Daniel Deusser (233). Zorzi ha contribuito anche al secondo posto provvisorio del suo team, i Valkenswaard United – di cui fanno parte anche il fuoriclasse tedesco Marcus Ehning, il connazionale under 25 Maurice Tebbel, l’irlandese Bertram Allen e l’olandese Jur Vrieling – che con 300 punti, seguono i London Knights (323) e lasciano dietro Miami Celtics (244 punti), Rome Gladiators (235 punti) e Shangai Swans (234).

Alberto Zorzi ha, quindi, due obiettivi: mantenere la sua seconda posizione nella classifica finale del circuito LGCT; e combattere con i suoi compagni di squadra, per divorare piazzamenti GCL in vista di Praga. Nessun problema, invece, per il cavaliere azzurro, in vista della sfida ceca: è sua la qualifica per la competizione targata “Longines Global Champions Tour Super Grand Prix” di Praga, dopo la vittoria di Berlino.

Sedicesimo nella Ranking mondiale, 7 vittorie internazionali 2018, tra le quali spicca il Gran Premio di Piazza di Siena: Lorenzo De Luca è pronto al confronto “Global” nell’arena di Doha. Anche lui ha un duplice obiettivo: catapultare i Rome Gladiators in zona podio prima di Praga e contemporaneamente conquistare il Gran Premio qatarino per poi volare in Repubblica Ceca tra i 16 “Big” finalisti.
 

0
0