Getty Images

I numeri e le curiosità del Super Bowl 2018

I numeri e le curiosità del Super Bowl 2018

Il 01/02/2018 alle 07:46

Dal nostro partner OAsport.it

Il conto alla rovescia verso il Super Bowl LII prosegue inesorabile. L’attesa è tanta per la sfida tra New England Patriots e Philadelphia Eagles. Saranno loro a giocarsi il titolo NFL per questa stagione, protagoniste in campo di un evento di portata mondiale, che tiene ferma non solo l’America, ma tutto il mondo. Per appassionati e addetti ai lavori sono giorni lunghissimi: perché allora non alleviare l’attesa attingendo al vasto serbatoio di numeri e curiosità di contorno che accompagnano il Super Bowl?

Iniziamo subito dalle due squadre. Il confronto, sulla carta, è impari, stando alla storia delle due franchigie: da una parte i New England Patriots, che hanno giocato la partita dell’anno già 9 volte (prima apparizione nel 1985), vincendola in 5 occasioni. Dall’altro lato, invece, per i Philadelphia Eagles è la terza partecipazione al Grande Ballo, senza trionfi all’attivo. La franchigia della Pennsylvania è infatti una delle 13 della NFL a non aver mai vinto il titolo.

Le 5 vittorie dei Patriots portano tutte la firma di Tom Brady. È stato lui, infatti, il qb del primo titolo, quello della stagione 2001: da lì è cominciata la storia della dinastia più vincente degli sport americani dagli anni 2000 ad oggi. Un totale di 7 finali, con 2 sole sconfitte: entrambe contro i New York Giants (2007 e 2011). Le vittorie, invece, sono arrivate contro Rams, Panthers, Eagles (2005), Seahawks e Falcons. Vi dice niente? Esatto: Brady è imbattuto al Super Bowl contro squadre che hanno come simbolo un animale…

Contro di lui ci sarà Nick Foles, che invece il Super Bowl non l’ha mai giocato. Non solo, Foles ad inizio stagione era la riserva di Carson Wentz ma dopo l’infortunio di quest’ultimo è subentrato nel ruolo di titolare. Nessuna credeva in lui ed invece ha portato la squadra all’atto finale della stagione. Dov’è la curiosità? Anche Brady cominciò la stagione del primo Super Bowl da riserva. Che la storia possa ripetersi?

Ma la magia del Super Bowl non sta solo nella partita, ma in tutti gli eventi che fanno da contorno. Il primo è sicuramente l’Half-time show, che quest’anno vedrà come protagonista Justin Timberlake. Sarà la seconda volta per lui. La prima? Il Super Bowl XXXVIII (vinto, guarda caso, dai Patriots), quello del famoso “incidente” con il corpetto di Janet Jackson, motivo per cui da allora l’evento è trasmesso con qualche secondo di ritardo. Già, la televisione. Nel primo Super Bowl della storia, 52 anni fa, tra Green Bay Packers e Kansas City Chiefs, uno spot di 30″ costava in media 42.000$, più o meno 314.000 stando all’attuale valore economico del dollaro. Quanto costerà quest’anno? Tenetevi forte: circa 5 milioni. Una cifra superiore a quanto guadagna più della metà degli allenatori della NFL in un anno. E per soli 30″ di spot…

Ma poteva mancare il cibo? Protagonista assoluto, che terrà compagnia ai fan che (fortuna per loro) seguiranno l’evento allo U.S Bank Stadium di Minneapolis o ai milioni che saranno davanti al teleschermo. E allora via al valzer delle cifre, stando ai sondaggi effettuati in questi giorni negli States:

1.350: i milioni di alette di pollo che verranno consumate. Considerati gli oltre 200 milioni di tifosi siamo più o meno a cinque polli adulti per tifoso…

6.500 – Non basta il pollo? Ecco la quantità, in chili, di patatine fritte che verrà mangiata

3,6: i milioni di chili di salsa guacamole. Quel cibo di cui sopra dovrà pur essere condito con qualcosa…

8: i milioni di birre, giusto per mandar giù i bocconi

alessandro.tarallo@oasport.it

0
0