Getty Images

Ali, DRS, zavorre: nuove regole per la Formula 1 2019. sorpassi più facili?

Ali, DRS, zavorre: nuove regole per la Formula 1 2019: sorpassi più facili?

Il 10/11/2018 alle 09:43Aggiornato Il 10/11/2018 alle 10:04

La Fia rivede ulteriormente i regolamenti tecnici per rendere le monoposto meno sensibili al disturbo aerodinamico.

Ala anteriore più grande

Verrà ulteriormente allargata fino ad una ampiezza massima di 2000mm, il che potrebbe creare problemi maggiori di quelli attuali per quanto concerne i contatti in fase di partenza prima curva e le manovre ravvicinate in generale. L'aumento anche dell'altezza massima dell'ultimo elemento superiore dell'ala, 20mm in più, dovrebbe nel contempo garantire alle monoposto in mantenimento di un sufficiente carico aerodinamico in scia, anche nei curvoni veloci. Verranno eliminate tutte le appendici aerodinamiche verticali - che oggi hanno il compito di deviare i flussi d'aria verso l'esterno - così da ridurre le turbolenze per chi esce di scia in fase di sorpasso. Sempre per diminuire il flusso di aria verso l'esterno, via anche i profili aerodinamici posti all'interno delle gomme anteriori, con relativo divieto di soffiaggio dell'aria attraverso il mozzo. A centro macchina, peraltro, saranno ridotti di 15 cm in altezza i deflettori laterali ai lati del cockpit.

Ala posteriore con più DRS

Anche l'ala posteriore crescerà di dimensioni, passando dall'attuale larghezza massima di 950mm a 1050mm. Via dall'alettone posteriore anche gli slot orizzontali sulle paratie laterali, anche in questo caso con l'obiettivo calcolato di ridurre le turbolenze per chi segue. Ma qui le novità principali riguardano il DRS, la cui corda crescerà di 20mm così come l'angolo di apertura aumenterà da 65mm a 85mm. Dunque più aria attraverso l'elemento, meno drag (che era aumentato nel 2017 in virtù dell'allargamento delle gomme e della carreggiata) e più facilità nel sorpasso sul dritto.

Peso minimo e zavorra

Una novità certamente meno evidente ma non per questo meno impattante riguarderà il bilanciamento delle monoposto. Il peso minimo aumenterà a 740 kg, dei quali non meno di 80 dovranno essere rappresentati dal peso complessivo del pilota più la zavorra. Col bilanciamento invariato - minimo 336,7kg sull'anteriore e 395,9 su quello posteriore - c'è possibilità di movimento per circa 7 kg di zavorra fra asse anteriore e asse posteriore. Ma sarà un discreto rompicapo per i tecnici riuscire a scendere sotto il peso minimo ricavando zavorra utile, proprio a causa del vincolo a 80kg di peso fra pilota e zavorra.

Novità minori

Approvate in via definitiva anche alcune altre variazioni. Nel dettaglio:

  • Nuova posizione per gli specchietti retrovisori al fine di migliorare la visibilità posteriore.
  • La posizione delle telecamere onboard verrà modificata per ottenere una visuale più chiara nonostante l'Halo.
  • Le luci di posizione posteriore saranno aggiunte anche sulle paratie dell'ala posteriore
  • Leggere modifiche alla carenatura dell'Halo, al fine di facilitare l'estrazione dei piloti dall'abitacolo in caso di incidente.

Altre modifiche al regolamento sportivo comprendono:

  • Dopo un periodo di Safety Car, i piloti potranno superare solamente una volta transitati sul rettilineo di partenza. In precedenza invece potevano farlo dopo aver superato una "safety car line".
  • Un pannello luminoso a scacchi verrà utilizzato alla fine della gara insieme alla tradizionale bandiera, probabile eredità del clamoroso errore al termine del Gp del Canada.
  • Per il 2020, il coprifuoco del personale dei team aumenterà da otto a nove ore.

Video - Le prossime sfide di Lewis Hamilton, tutti i record che l'inglese può ancora battere

01:19
0
0