Getty Images

George Russell è il più veloce nei test di Abu Dhabi: Leclerc è 2°, ma finisce contro il muro

George Russell è il più veloce nei test di Abu Dhabi: Leclerc è 2°, ma finisce contro il muro

Il 04/12/2019 alle 18:02Aggiornato Il 04/12/2019 alle 18:04

Dal nostro partner OAsport.it

La seconda giornata di test post stagionali sul circuito di Abu Dhabi ha appena chiuso i battenti della stagione 2019 di Formula 1, con George Russell a far segnare il miglior tempo di giornata con un 1:37.204 a un decimo dal tempo di Bottas del day-1. Team e piloti hanno avuto a disposizione dieci differenti compound, dal C1 al C5 in versione sia 2019 che 2020.

Incidente per Leclerc, ma chiude col 2° tempo

Piove sul bagnato invece per la Ferrari. Dopo lo sfortunato episodio che ha coinvolto Sebastian Vettel nella prima giornata, si sperava in queste ultime ore di poter svolgere un lavoro più regolare. Charles Leclerc, chiamato a sostituire il tedesco a bordo della SF90, ha sbattuto violentemente in curva 14 contro il muro, danneggiando l’ala posteriore, i piloni di supporto e la sospensione dietro. Alla fine è comunque arrivato un 2° posto per il monegasco con il tempo di 1:37.401, ma possiamo dire con quasi assoluta certezza che a Maranello saranno tutti ben felici di staccare il cervello per qualche settimana prima di rituffarsi nel progetto 2020.

Terza posizione per il canadese Lance Stroll a 785 millesimi, davanti alla Toro Rosso di Pierre Gasly (+0.962) e alla McLaren di Carlos Sainz, oltre il secondo e mezzo. Positivo il rientro in questi test del francese Esteban Ocon, 6° ma soprattutto bravo ad evitare ogni tipo di guai e a fornire quanti più dati possibili su queste nuove Pirelli 2020 che, ricordiamo, saranno confermate solamente se almeno 4 team su 10 saranno stati convinti dai test di Abu Dhabi e dalle prove libere di Austin.

Dietro Red Bull e Alfa Romeo

Molto calma l’atmosfera in casa Red Bull, con Alexander Albon (1:39.181) molto lontano da Russell e un discreto lavoro sul posteriore finalizzato a convogliare al meglio i flussi dell’aria. Non positive le sensazioni anche in casa Alfa Romeo che, dopo i problemi tecnici accusati da Kimi Raikkonen, ha dovuto con Antonio Giovinazzi concentrarsi sui nuovi pneumatici (più di 100 giri per lui), ma è rimasta molto attardata in termini di tempo, a 3.5 secondi dalla testa.

Video - Leclerc non capisce la domanda, Verstappen lo prende in giro: "Sei una pop star, sai cantare?"

01:24
0
0