Getty Images

Hamilton vince anche l'ultimo atto! Secondo Seb, poi Verstappen. Kimi out ma è terzo nel mondiale

Hamilton vince ancora! Secondo Seb, poi Verstappen. Kimi out ma è terzo nel mondiale
Di Eurosport

Il 25/11/2018 alle 15:53Aggiornato Il 25/11/2018 alle 16:10

Ultimo atto ad Abu Dhabi per il 2018 di Formula 1 ed ennesima vittoria di Lewis Hamilton. L'inglese è come al solito il migliore e coglie l'11ma vittoria stagionale. Vince la Mercedes, secondo Vettel davanti a Verstappen, Ricciardo e Bottas. Kimi Raikkonen chiude l'avventura in Rosso ritirato per un problema al motore, ma è comunque terzo nella generale. Ora tutti in vacanza.

Finisce qui la stagione 2018 di Formula 1 con il Gran Premio di Abu Dhabi. A vincere è sempre Lewis Hamilton, autore della solita gara perfetta. L'inglese, con una tranquillità olimpica, è bravissimo a trionfare con una strategia differente rispetto al resto del gruppo. Parte guardingo, usa la VS per anticipare la sosta e mantiene le gomme per oltri 45 giri con un ritmo super. 11 successi stagionali, più di tutti gli altri piloti messi insieme.

La Mercedes domina ancora. Non ha mai perso qui ad Abu Dhabi e il filotto prosegue. Il campione del mondo chiude vincendo davanti ad un buon Vettel, che batte Bottas nella seconda parte di gara afflitto da problemi di gomme. Terzo posto per Max Verstappen: l'olandese, dopo un problema in partenza, recupera sino alla terza posizione davanti a Ricciardo e Valtteri. Out invece Kimi Raikkonen, ma Iceman mantiente comunque la terza piazza nel mondiale sfruttando i problemi della Mercedes di Bottas.

Gran premio con pochi spunti da raccontare, sicuramente il momento più bello della corsa è il tributo conclusivo a Fernando Alonso. Lo spagnolo chiude con una anonima 11ma piazza. Ma nel giro d'onore Hamilton e Vettel scortano l'asturiano, regalandogli il giusto spazio nel GP finale della carriera. Un pilota che divide le folle, ma che mancherà certamente a questa F1.

I 5 momenti della gara

- Pronti via e i primi 5 vanno via lisci, Verstappen invece ha un problema in partenza ed è decimo dopo la prima curva. Poco dopo botto clamoroso tra Grosjean e Hulkenberg, con Nico che si ribalta due volte e finisce a testa in giù, fortunatamente senza conseguenze. Safety Car in pista.

- Si riparte ma è già ancora tempo di Virtual Safety Car. Purtroppo è Raikkonen a chiudere la sua carriera in Rosso lasciando la vettura ferma in rettilineo. Hamilton ne approfitta e cambia subito gomme al giro nove. Davanti quindi c'è Bottas, poi Vettel, Ricciardo, Verstappen, Hamilton, Ocon, Perez, Ericsson, Sainz e Gasly. Al giro 16 arriva il pit stop di Seb, purtroppo perde un secondo per colpa della posteriore destra. Tornata successiva entra Bottas che rimane davanti al tedesco. Successivamente pitta Verstappen. Ricciardo invece rimane fuori a lungo.

- Clamorosamente piove ad Abu Dhabi, ma col caldo la pista non si bagna. Ricciardo fa oltre metà gara con le ultrasoft, Hamilton secondo rimane guardingo a 3 secondi. Poi Bottas, Vettel e Verstappen sempre vicini. Al giro 33 finalmente Daniel entra e lascia strada libera a Hamilton, poi Bottas-Vettel-Verstappen molto vicini.

- Tornata 36 e piccolo problema per Bottas, che si fa passare sia da Vettel che da Verstappen e Ricciardo. Problema per la Mercedes, che decide di far entrare ai box il finlandese per una sosta di sicurezza. Hamilton prosegue in testa indisturbato con Vettel a 5 secondi.

- Ultimi giri di pura accademia. Vince Hamilton davanti a Vettel e Verstappen.

La statistica chiave

11 vittorie su 21 appuntamenti. Come con le pole, Hamilton porta a casa oltre il 50% delle gare a disposizione. Tutti i piloti hanno portato a casa almeno un punto, è un record.

Il tweet da non perdere

Il migliore

Lewis HAMILTON: Solito cannibale. Oggi senza neanche strafare vince con una tranquillità assoluta. La squadra sceglie di anticipare la sosta e lui guida una vettura per 45 giri con un ritmo assurdo, senza danneggiare le gomme. Fantastico.

Il peggiore

Muretto SAUBER: Leclerc è un treno con le hypersoft, vicinissimo anche a Vettel. Poi arriva la VSC e la squadra decide di anticipare la sosta, ributtandolo in mezzo al traffico. Perde un sacco di tempo e la posizoni su Sainz. Chiude settimo, danneggiato dalla squadra. Però anche oggi dimostra quanto sia forte.

Video - Le prossime sfide di Lewis Hamilton, tutti i record che l'inglese può ancora battere

01:19
0
0