Getty Images

Leclerc: “Felice di questo 2019, ora tocca a me migliorare”, Binotto: "Hamilton 2021? Prematuro"

Leclerc: “Felice di questo 2019, ora tocca a me migliorare”, Binotto: "Hamilton 2021? Prematuro"

Il 01/12/2019 alle 16:04Aggiornato Il 01/12/2019 alle 18:18

Dal nostro partner OAsport.it

Charles Leclerc conserva il piazzamento delle qualifiche e chiude in terza posizione il Gran Premio di Abu Dhabi 2019, ultima gara stagionale del Mondiale di Formula 1. Il nativo del Principato si è guadagnato nel corso del primo giro la seconda piazza su Verstappen ma sulla lunga distanza ha fatto molta fatica nella gestione delle gomme dovendo così arrendersi nella sfida personale contro l’olandese della Red Bull. Con il risultato odierno Charles ha raccolto il decimo piazzamento sul podio dell’anno per un quarto posto finale nella classifica generale del Mondiale piloti alle spalle di Hamilton, Bottas e Verstappen.

"Sono molto felice perché quest’anno ho potuto imparare davvero tanto anche grazie a Seb – dichiara il monegasco al termine della corsa di Yas Marina – In generale è stata una bella stagione per me perché ho potuto realizzare il mio sogno di gareggiare in F1 con la Ferrari. Adesso tocca a me continuare a migliorare e speriamo di regalare ai tifosi il successo che meritano. Hamilton? Oggi è stato dominante, ha fatto 1’39″2 a fine gara con gomme dure. Gli ho fatto i complimenti“.

Lewis Hamilton

"Sono orgoglioso di questa vittoria ed enormemente grato per questa squadra incredibile, per questa Mercedes che continua a spingere: chi avrebbe mai immaginato che saremmo stati così forti in questo modo a fine stagione, nonostante avessimo già vinto il campionato. Abbiamo estratto il massimo potenziale da questa macchina che è una vera e propria opera d’arte, voglio ringraziare tutte le persone che sono qui e quelle che sono a casa: grazie per tutto il sostegno, sono troppo contento oggi. Ora ci sono tanti giovani che stanno emergendo, dal secondo all’ottavo posto di oggi sono tutti giovanissimi e sono molto fiero di poter competere in un periodo con tanti giovani e spero di poter battagliare in modo serrato con loro nel prossimo futuro. In inverno passerò un po’ di tempo con la mia famiglia“.

Mattia Binotto (Team Principal Ferrari)

“Leclerc aveva due secondi e mezzo di vantaggio su Verstappen, per noi fermarsi al dodicesimo giro poteva essere una strategia per mantenere la posizione anche perché le gomme dure dovevano durare per tutta la gara: così non è stato. Oggi non è stata la nostra gara migliore, dovevamo tentare qualcosa e potevamo massimo provare a guadagnare il terzo posto nel Mondiale con Leclerc. Il terzo posto di oggi con Charles è la posizione della nostra vettura qui. Vederlo sul podio è un buon segnale, ha fatto una buona gara e una buona stagione: sarebbe stato un peccato vederlo giù dal podio. Il finale di stagione di Vettel? Sebastian è molto motivato, lo ha dimostrato nella seconda parte di stagione: è con noi il prossimo anno senza alcun dubbio, lo troveremo motivatissimo. Confermo che la priorità di questo inverno è lavorare, rimanere concentrati, dobbiamo fare un po’ di sviluppo aerodinamico sulla vettura. Non andiamo in vacanza, questo è un periodo intenso. Hamilton in Ferrari nel 2021? È troppo presto. Stiamo parlando del 2020, siamo tutti concentrati sulla prossima stagione. La Red Bull fa sempre paura, stanno crescendo molto e hanno un buon motore. Avversari così forti si sono raramente visti in F1, siamo tre squadre molto forti: ce n’è una da battere e ci stiamo provando"

Video - Leclerc non capisce la domanda, Verstappen lo prende in giro: "Sei una pop star, sai cantare?"

01:24
0
0