Getty Images

Verstappen precede le Mercedes nelle terze libere, le Ferrari si nascondono con le gomme medie

Verstappen precede le Mercedes nelle terze libere, le Ferrari si nascondono con le gomme medie

Il 30/11/2019 alle 12:41Aggiornato Il 30/11/2019 alle 12:47

Dal nostro partner OAsport.it

Max Verstappen conferma l’ottimo momento, suo e della sua monoposto, e chiude al comando la terza sessione di prove libere del Gran Premio di Abu Dhabi 2019 di Formula Uno. Sul circuito di Yas Marina, dominato dal sole e temperature di 27 gradi per quanto riguarda l’atmosfera e 40 sull’asfalto, abbiamo vissuto una sessione ben poco indicativa in vista sia delle qualifiche delle ore 14.00, sia della gara di domani. In questa FP3, infatti, i piloti hanno dovuto affrontare condizioni che non vedranno più nel corso del weekend, per cui i lavori non sono stati particolarmente sostenuti e, di conseguenza, si è girato davvero poco.

Il miglior tempo è stato fissato da uno scatenato Max Verstappen (Red Bull) in 1:36.566 (gomma soft) con 74 millesimi su Lewis Hamilton (Mercedes) che centra il crono di riferimento nel suo primo run con gomma soft in 1:36.640, precedendo di appena 15 millesimi il suo compagno di scuderia Valtteri Bottas che, con il secondo set di pneumatici morbidi ha portato il suo limite vicinissimo a quello del campione del mondo. La W10 conferma il suo strapotere a Yas Marina, pista nella quale domina da anni, ma la Red Bull è davvero vicinissima, con la conferma del quarto tempo del thailandese Alexander Albon a 361 millesimi dalla vetta, detenuta dal suo compagno di team.

Quinto e sesto tempo per i due ferraristi al termine di un turno decisamente particolare. Nella prima metà della FP3, infatti, i piloti di Maranello hanno fatto segnare tempi assolutamente interlocutori con le gomme soft, quindi hanno montato le medie e hanno cambiato marcia, probabilmente per provare quello che succederà nella Q2 (con le Rosse che, quindi, potrebbero scattare al via domani con le gomme marchiate di giallo) e per far fronte al surriscaldamento degli pneumatici in un T3 nel quale la SF90 perde circa 7-8 decimi rispetto ai rivali con le medie e 5-6 decimi con le “rosse”. Sebastian Vettel, ad ogni modo, chiude in 1:36.975 a 409 millesimi dalla vetta, mentre Charles Leclerc si è fermato all’1:37.010 a 444.

Video - Leclerc non capisce la domanda, Verstappen lo prende in giro: "Sei una pop star, sai cantare?"

01:24

Settimo tempo per il messicano Sergio Perez, che trascina una zoppicante Racing Point fino all’1:37.516 a 950 millesimi da Verstappen, quindi ottavo per Daniel Ricciardo (Renault) in 1:37.615 a 1.049, nono per lo spagnolo Carlos Sainz (McLaren) in 1:37.691 a 1.125, e decimo per il francese Pierre Gasly (Toro Rosso) a 1.170. Distacchi ridotti e equilibrio assoluto, dunque. Ancora una volta, invece, le Alfa Romeo appaiono in sofferenza, con Kimi Raikkonen 16° a 1.948 e Antonio Giovinazzi 18° a 2.216.

Alle ore 14.00 italiane, le 18.00 locali, vedremo le ultime qualifiche del campionato, con i tre top team molto vicini. Mercedes favorita, con Bottas che dovrà comunque partire dal fondo del gruppo domani per la doppia sostituzione del motore, mentre la Red Bull vedrà Verstappen pronto a piazzare la sorpresa. La Ferrari, invece, confida sul calo delle temperature, ma i piloti dovranno superarsi nel T3, vero tallone d’Achille per la SF90 nella pista di Yas Marina.

Classifica FP3 GP Abu Dhabi 2019

1 33 M. Verstappen (B) Red Bull 1’36″566
2 44 L. Hamilton (B) Mercedes +00″074 1’36″640
3 77 V. Bottas (B) Mercedes +00″089 1’36″655
4 23 A. Albon (B) Red Bull +00″361 1’36″927
5 5 S. Vettel (M) Ferrari +00″409 1’36″975
6 16 C. Leclerc (M) Ferrari +00″444 1’37″010
7 11 S. Perez (B) Racing Point +00″950 1’37″516
8 3 D. Ricciardo (B) Renault +01″049 1’37″615
9 55 C. Sainz (B) McLaren +01″125 1’37″691
10 10 P. Gasly (B) Toro Rosso +01″170 1’37″736
11 8 R. Grosjean (B) Haas +01″202 1’37″768
12 26 D. Kvyat (B) Toro Rosso +01″397 1’37″963
13 4 L. Norris (B) McLaren +01″534 1’38″100
14 20 K. Magnussen (B) Haas +01″632 1’38″198
15 18 L. Stroll (B) Racing Point +01″896 1’38″462
16 7 K. Raikkonen (B) Alfa Romeo +01″948 1’38″514
17 27 N. Hulkenberg (B) Renault +02″014 1’38″580
18 99 A. Giovinazzi (B) Alfa Romeo +02″216 1’38″782
19 63 G. Russell (B) Williams +02″640 1’39″206
20 88 R. Kubica (B) Williams +03″293 1’39″859

alessandro.passanti@oasport.it Twitter: @AlePasso Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo Clicca qui per seguirci su Twitter Foto: Lapresse

0
0