Getty Images

Leclerc: "Soddisfatto dei miglioramenti nelle FP2. Dobbiamo lavorare per la gara"

Leclerc: "Soddisfatto dei miglioramenti nelle FP2. Dobbiamo lavorare per la gara"

Il 29/11/2019 alle 19:39Aggiornato Il 29/11/2019 alle 19:40

Dal nostro partner OAsport.it

Alla fine, un bel sorriso: è con questo spirito che ha concluso il suo primo giorno di prove il monegasco della Ferrari Charles Leclerc ad Abu Dhabi, sede dell’ultimo appuntamento del Mondiale 2019 di F1. Sul tracciato di Yas Marina, dopo un primo turno piuttosto problematico, Charles sembra aver trovato la quadra sul giro secco (terzo e vicino alla prestazione di Lewis Hamilton) e sullo sfruttamento delle gomme dure in ottica gara, mentre con le morbide ancora c’è un degrado troppo importante.

In sostanza, la Rossa ha confermato le solite problematiche relative al surriscaldamento degli pneumatici, specie nell’ultimo settore della pista, dove avere una vettura con carico aerodinamico è un bel vantaggio: “Nelle FP1 non ho trovato il feeling con la macchina: l’avantreno era instabile e non riuscivo ad inserire la SF90 come volevo. Nella seconda sessione, invece, abbiamo compiuto un bello step in avanti e sono stato capace di guidare meglio. In ottica gara, dobbiamo ancora lavorare perché con le mescole morbide non abbiamo una tenuta adeguata per tanti giri. Con le dure, invece, la monoposto mi ha dato ottime sensazioni. Per cui, tirando le somme, posso essere soddisfatto, soprattutto per i miglioramenti compiuti da un turno all’altro“, le parole del monegasco ai microfoni di Sky Sport.

giandomenico.tiseo@oasport.it

Twitter: @Giandomatrix

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: LaPresse

0
0