Getty Images

Hamilton-Vettel, prime scintille: "Aspettavo il giro buono per toglierti il sorriso dalla faccia"

Hamilton-Vettel, prime scintille: "Aspettavo il giro buono per toglierti il sorriso dalla faccia"
Di Eurosport

Il 24/03/2018 alle 14:14Aggiornato Il 24/03/2018 alle 14:16

Il tedesco pizzica l'inglese riguardo al presunto 'bottone magico' della Mercedes, ma l'inglese risponde per le rime: "Cosa stavo aspettando? Il giro buono per levarti quel sorriso dalla faccia". Ma Vettel a quel punto replica nuovamente: "Oggi Lewis è contento, spero di esserlo io domani..."

E’ un Lewis Hamilton in gran forma, non soltanto al volante della sua Mercedes, quello di questo primo weekend del Mondiale 2018 di F1. Il britannico, autore della pole del GP d’Australia (settimo centro a Melbourne, 73° in carriera), ci ha tenuto a sottolineare, nel corso della conferenza stampa in compagnia di Sebastian Vettel (terzo) e di Kimi Raikkonen (secondo), che la sua prestazione non fosse riconducibile al cosiddetto “bottone magico”, una particolare mappatura del motore che, secondo un po’ tutti nel paddock, consentirebbe ai piloti delle Frecce d’Argento di andare oltre i limiti della vettura e della power unit nel time-attack.

Voglio precisare che non c’è nessun bottone magico: ho usato la stessa mappa in Q2 ed in Q3 e nessun’altra mappa extra con cui avessi a che fare”, le parole di Hamilton.

Sebastian Vettel non ha a quel punto però lasciato finire l’inglese, intervenendo con un sorrisino ironico e la domanda “E allora cosa stavi facendo prima?”. La risposta del pilota Mercedes è stata immediata: “Stavo aspettando di fare un buon giro per toglierti il sorriso dalla faccia”.

Un giro di provocazioni che non è però finito lì. Nella domanda successiva infatti viene sottolineato a Vettel nuovamente la battuta. Il tedesco confessa di non ave capito bene la prima volta, ma di aver capito dopo la precisazione del giornalista. E allora torna al contrattacco: “Chi la fa, la aspetti. Alla fine siamo tutti qui per divertirci e se lui si diverte così va bene.. Oggi è sabato, Lewis è andato molto bene ed è contento...”

Hamilton a quel punto interviene nuovamente: “Era una battuta, era una battuta...”

Vettel risponde: “Lo so, lo so. Sei libero di fare festa stasera, io spero di farla domani, magari con Kimi” (giocando anche con il nomignolo “party mode”, altro modo per definire il bottone magico della Mercedes).

A chiudere è nuovamente Hamilton che sentenzia: “Per Kimi è sempre festa”. Vince su tutto l’espressione del finlandese della Ferrari, che da perfetto Iceman tira fuori una faccia che è tutto un programma. Insomma, primo GP e prime punzecchiature di stagione. Ben vengano. Speriamo che ci si diverta poi anche in pista.

0
0