Imago

Vettel: "La Mercedes è favorita, ma la Ferrari ha buoni motivi per essere ottimista"

Vettel: "La Mercedes è favorita, ma la Ferrari ha buoni motivi per essere ottimista"

Il 22/03/2018 alle 07:51Aggiornato Il 22/03/2018 alle 07:58

Pur riconoscendo la superiorità (ancora sulla carta) della Mercedes, Sebastian Vettel approccia la nuova stagione con il sorriso e una grande carica. "Hamilton ha dei punti deboli, e i test ci hanno dato delle buone indicazioni. Sarà una stagione lunga...".

Sebastian Vettel, Lewis Hamilton e Daniel Ricciardo, volti dei tre top team della stagione 2018 di F1, hanno aperto il weekend di Melbourne, in Australia, con la consueta conferenza stampa di introduzione al Mondiale in partenza. Ecco le impressioni dei piloti di Ferrari, Mercedes e Red Bull, le scuderie che verosimilmente si giocheranno il podio.

Sebastian Vettel (Ferrari)

" È giusto considerare la Mercedes favorita per il Mondiale, ma la stagione è lunga. Questa è solo una gara, ma noi siamo fiduciosi e abbiamo molti motivi per essere ottimisti. Potremmo essere in condizioni migliori, ma dai test sono arrivate buone indicazioni. L’obiettivo è vincere con la Ferrari, bisogna fare più punti possibile in ogni gara. Ho un piano preciso per il 2018, ma l'ho lasciato in camera. Non ve lo posso dire. I cambiamenti voluti da Liberty Media? Dal punto di vista dei piloti non è cambiato molto, ma credo sia piacevole il sostegno avvertito lo scorso anno attorno alla pista. Sono comunque un tradizionalista e un po’ mi confonde il fatto che le gare debbano iniziare dopo. O anche l’assenza delle grid-girls. Punti deboli di Hamilton? Tutti li abbiamo. Alcuni sono caratteriali, altri sulla guida. Ma io penso ai miei e non mi preoccupo molto degli altri."

Lewis Hamilton (Mercedes)

" Sono molto entusiasta, non vedo l’ora di ripartire. Il mio obiettivo è quello di essere ancora più costante di un anno fa. È un privilegio essere in F1, poter far parte di questo mondo ed essere ai suoi vertici. Ci sono alcuni che escono di scena in anticipo e altri che hanno vinto il campionato e non sono stati competitivi. Ma se vuoi essere il migliore devi battere i migliori. E gareggiare con Vettel è bello. Vedo Ricciardo sorridere, ecco perché mi aspetto anche una Red Bull competitiva. La nuova F1 con Liberty Media? Non saprei cosa dire. C’è il nuovo inno, credo ci siano stati dei buoni progressi nell’ultima stagione, soprattutto nel coinvolgimento della gente. Ma serve tempo per i cambiamenti, loro stanno facendo del loro meglio e faremo di tutto per sostenerli."

Daniel Ricciardo (Red Bull)

" La preparazione è andata bene e credo possa essere il nostro GP. Siamo tra i primi tre team che guideranno il gruppo con Mercedes e Ferrari. Speriamo di poter salire sul podio. Ricordo che un anno fa mi sono perso l’inno qui perché ero nel box per far partire la macchina. Quest’anno spero di esserci, speriamo possa andare diversamente. Il limite di tre power unit? È dura cominciare a pensarci già adesso. L’anno scorso ho avuto alcune penalità. Quest’anno non voglio dire che è sicuro ma probabile, con un motore in meno bisogna metterlo in conto. L’uso del quarto motore dipenderà dalla posizione che avremo in campionato. Sarà una carta da giocarci in modo strategico ma ora è presto e bisogna farseli bastare."
0
0