Getty Images

A sorpresa Bottas domina a Melbourne davanti a Hamilton e Verstappen! Male la Ferrari

A sorpresa Bottas domina a Melbourne davanti a Hamilton e Verstappen! Male la Ferrari

Il 17/03/2019 alle 07:40Aggiornato Il 17/03/2019 alle 08:06

Tutti si aspettavano un assolo di Hamilton, invece la sorpresa è Valtteri Bottas. Il finlandese fa la gara della vita e domina dal primo giro. Secondo, ma lontanissimo, il compagno di squadra, terzo Max Verstappen. La Ferrari delude in toto: Vettel è quarto davanti a Leclerc, però mai in lotta con Mercedes e battuti anche dalla Red Bull.

Dopo i test doveva essere il mondiale della Ferrari, dopo la qualifica doveva essere la corsa di Hamilton. Invece accade qualcosa di impensabile: Valtteri Bottas disputa la gara della vita e trionfa nel Gran Premio d'Australia, primo atto del mondiale di Formula 1 2019. Il finlandese domina in lungo e in largo questa corsa, battendo il compagno alla prima curva e rifila a tutti distacchi siderali.

Valtteri Bottas, Lewis Hamilton (Mercedes) - GP of Brazil 2018

Valtteri Bottas, Lewis Hamilton (Mercedes) - GP of Brazil 2018Getty Images

Stavolta "The Hammer" non è stato Lewis Hamilton. Il campione del mondo fatica enormemente nella fase centrale della gara con gomma media, mentre il compagno semplicemente vola, guadagnandosi anche il punto extra per il giro più veloce. La Mercedes ha di che festeggiare: oltre alla vittoria arriva la prima doppietta dell'anno, con Max Verstappen terzo. Ferrari quindi giù dal podio.

Lewis Hamilton limita i danni. L'inglese si fa beffare alla prima curva dal compagno, ma comunque non ha il ritmo di Bottas e così perde terreno dal leader. Nel finale bada a difendersi dalla rimonta di Verstappen e chiude secondo.

Super gara di Max Verstappen che regala il primo podio nell'era ibrida alla Honda. L'olandese è bravo nella fase centrale nel sorpasso su Vettel, per poi buttarsi alla caccia di Hamilton. Nel finale prova l'aggancio che però non riesce.

Delusione Ferrari. Dopo i test tutti avevano sognato in un altro esordio, invece la squadra si ritrova a leccarsi le ferite e con tantissimi dubbi sulla vettura. L'anno scorso, dopo delle spente qualifiche, è arrivata una gran vittoria, quest'anno la gara va anche peggio della qualifica. Sebastian Vettel parte bene, ma complice una strategia non brillante perde tanto terreno con le gomme medie e si fa beffare anche da Verstappen. Non certo meglio Charles Leclerc, autore di diversi errori nelle prime fasi. Nel finale ha anche il ritmo per superare il compagno, ma la squadra decide di manterenere le posizioni. C'è da lavorare e tanto per il Bahrain: Melbourne è un circuito atipico, ma l'impressione è che Mercedes, e anche Red Bull, ne hanno di più.

La classifica della gara

POSIZIONE PILOTA TEAM DISTACCO
1 Valtteri Bottas Mercedes -
2 Lewis Hamilton Mercedes +20.886
3 Max Verstappen Red Bull +22.520
4 Sebastian Vettel Ferrari +57.109
5 Charles Leclerc Ferrari +58.230
6 Kevin Magnussen Haas +1.27.156
7 Nico Hulkenberg Renault +1 Lap
8 Kimi Raikkonen Alfa Romeo +1 Lap
9 Lance Stroll Racing Point +1 Lap
10 Daniil Kvyat Toro Rosso +1 Lap

I 5 momenti della gara

- Finalmente si comincia. Bottas parte meglio e supera Hamilton, terzo Vettel, poi Verstappen e LeClerc. Dietro Ricciardo va nell'erba e rompe l'ala anteriore, male anche Giovinazzi che perde diverse posizioni e chiude la prima tornata in 17ma posizione. Primi giri dove succede poco: Bottas tiene un gran ritmo e guadagna 3 secondi su Hamilton. La Mercedes si stacca, ma neanche tanto, da Vettel e Verstappen, mentre LeClerc commette qualche errore e perde diversi secondi.

- Dopo il decimo giro qualcuno nelle retrovie comincia ad entrare ai box. Alla tornata 16 la Ferrari tenta l'azzardo: Vettel anticipa la sosta e mette gomma gialla. La Mercedes corre ai ripari e fa entrare Hamilton. La strategia però non paga, dato che Bottas e Verstappen con la gomma rossa proseguono su un gran ritmo, mentre dietro Hamilton e Vettel arrancano e perdono terreno.

- Al 24mo giro entra Bottas che mette gomma gialla, la tornata successiva pitta Verstappen. Entrambi mettono gomma gialla. Al 29mo è tempo del pit di Leclerc, che però mette la gomma dura. Dopo la sosta quindi davanti c'è un super Valtteri Bottas che ha ben 15 secondi di vantaggio su Hamilton, mentre Verstappen è vicinissimo a Vettel.

- Per cui a 25 giri dalla fine lo scenario è il seguente: Hamilton e Vettel faticano enormemente con gomma media, mentre Bottas e Verstappen volano con questa mescola. Anche Leclerc, con gomma dura, gira molto più veloce dei due campioni del mondo. Valtteri è primo indisturbato, Verstappen attacca e passa prima Vettel, poi si avvicina a Hamilton che però rimane secondo. Quinto Leclerc in solitaria, poi Magnussen, Hulkenberg, Raikkonen, Stroll e Kvyat.

- Nel finale non succede nulla, a parte la gara del giro più veloce in gara. Bottas chiude con una ventina di secondi di vantaggio su Hamilton e Verstappen. Crolla Vettel nel finale, ma Leclerc gli rimane dietro.

La statistica chiave

4 - Valtteri Bottas diventa il quarto finlandese in grado di essere in testa al mondiale di Formula 1. Viene dopo Keke Rosberg, Mika Hakkinen e Kimi Raikkonen. Tutti e tre poi sono diventati campioni del mondo, vedremo se sarà di buon auspicio.

Il tweet da non perdere

La dichiarazione

Max VERSTAPPEN: "Ho dovuto superare Seb per salire sul podio e non è stato facile. Ho provato ad attaccare Lewis per il secondo posto ma non ci sono riuscito. Sono contento di questo terzo posto, grazie al team che ha reagito dopo un venerdi difficile e grazie a Honda per questo primo podio nell'era ibrida".

Il migliore

Valtteri BOTTAS: Semplicemente la gara migliore della carriera. Parte bene e supera il compagno, imprime un ritmo insostenibile per tutti, rifila qualcosa come oltre 20 secondi di vantaggio su Hamilton. Si porta a casa anche il giro più veloce della corsa. Giornata da sogno e festeggia per la prima volta in carriera la leadership di un mondiale.

Il peggiore

Daniel RICCIARDO : Non certo il debutto sognato. Dopo una qualifica non bella, in partenza rompe l'ala da solo, finendo nell'erba. Si ritrova ultimissimo e con la vettura danneggiata, e così a metà corsa decide di ritirarsi.

Video - Charles Leclerc, il giovane predestinato per un grande futuro in Ferrari

01:26
0
0