Getty Images

Posticipato anche il GP di Baku, slitta ancora l'inizio della Formula 1 per il Coronavirus

Posticipato anche il GP di Baku, slitta ancora l'inizio della Formula 1 per il Coronavirus
Di Eurosport

Il 23/03/2020 alle 12:32Aggiornato Il 23/03/2020 alle 12:51

Si sarebbe dovuto correre il 7 giugno, ma l'organizzazione ha fatto sapere che a causa del COVID-19 si è deciso di cercare un'altra data per la gara.

Anche il GP dell'Azerbaigian non si correrà nella data prestabilita. La gara, che era in programma il 7 giugno e che doveva essere la prima di questa stagione di Formula 1, è stata posticipata a causa del Coronavirus: lo ha annunciato il comitato organizzatore.

Slitta ancora la partenza della Formula 1

Baku, nel weekend 5-7 giugno, doveva essere il primo GP confermato della stagione 2020. Invece il Mondiale subisce un altro slittamento in avanti. Sono già stati infatti rinviati Australia, Bahrein, Vietnam, Cina, Olanda, Spagna e Monaco e questo è quinti l'ottavo Gran Premio che salta. La situazione lascia intendere, però, che anche il Canada (programmato per il weekend successivo) possa essere a rischio. Nella notte, infatti, il comitato olimpico canadese ha annunciato che non invierà i propri atleti a Tokyo 2020 se si manterranno le date prestabilite, ossia dal 24 luglio. E il 24 luglio è ben oltre un mese dopo il GP di Montreal, quindi azzardando un'ipotesi la Formula 1 dovrebbe essere fermata a sua volta.

Avvisaglie e prospettive

Già qualche giorno za si temeva che il GP azero potesse essere cancellato: alcuni giornalisti, infatti, avevano comunicato sui propri profili social che era stato negato loro il visto d'ingresso in Azerbaigian, quindi si temeva che il passo successivo potesse essere il rinvio. Nel comunicato con cui la Formula 1 annuncia il rinvio, si legge che per il comitato organizzatore

" sono primari la salute e il benessere del popolo azero così come dei tifosi di Formula 1 che arriveranno, dei vari staff e dei partecipanti al campionato. Il comitato condivide la delusione dei tifosi nel non essere in grado di far vivere l'oro questa esperienza motoristica di altissima importanza attraverso le strade di Baku a giugno. Infine, continueremo a lavorare a stretto contatto con la Formula 1, la FIA e il Governo della Repubblica dell'Azerbaigian per monitorare la situazione nell'ottica di annunciare una nuova data di gara più avanti nell'arco della stagione 2020"
Situazione F1, rinvio Baku