Getty Images

Le pagelle: Leclerc formidabile nel nome dell'amico Hubert, Hamilton solido e tenace

Le pagelle: Leclerc formidabile nel nome dell'amico Hubert, Hamilton solido e tenace

Il 01/09/2019 alle 17:59Aggiornato Il 01/09/2019 alle 18:46

E' tempo di dare i voti ai protagonisti del Gran Premio del Belgio sullo storico circuito di Spa-Francorchamps. Grandissima gara di Charles Leclerc, che conquista il primo successo in carriera. Lewis Hamilton comunque arriva ad un soffio dal ferrarista. Bene Albon, Norris, Perez e le Toro Rosso. Peccato per Giovinazzi che sbaglia all'ultimo giro, male le Renault e le Haas.

Charles LECLERC Voto 10: Bravissimo il monegasco. Solido in partenza e in ripartenza, gareggia con un gran ritmo nella prima fase, prendendosi un certo vantaggio sugli altri. Amministra a metà corsa, è costretto a lottare con le unghie e con i denti nel finale, ma si porta a casa la vittoria. Il predestinato finalmente riesce a scrollarsi di dosso la pressione del primo successo, in uno dei weekend certamente più difficili della sua vita, data la scomparsa dell'amico Hubert.

Lewis HAMILTON Voto 9: Arriva ad un soffio dal successo, nonostante una Mercedes non certo al massimo a Spa. Invece rimane sempre li, vicino alle Ferrari, per poi attaccare Leclerc nel finale. Con qualche giro in più avrebbe vinto.

Valtteri BOTTAS Voto 7: Solita gara di Bottas, costante ma comunque dietro al compagno di squadra e mai in lotta per il successo.

Sebastian VETTEL Voto 7: Difficile dare un voto alla gara di Seb. Il tedesco parte male ma recupera subito la seconda piazza. Non ha il passo del compagno di squadra e allora prova a cambiare strategia, pittando prima. Da qui fa giri da fenomeno, finendo però col rovinare troppo le gomme e così deve fare una seconda sosta. Utlissimo però nel far guadagnare secondi preziosi a Leclerc nella lotta con Hamilton.

Lando NORRIS Voto 9: Ma che peccato! Gareggia in solitaria praticamente per tutta la corsa in quinta piazza. Il risultato era di quelli di prestigio, purtroppo la vettura lo abbandona all'ultimo giro. Una vera beffa, ma comunque questo Lando si conferma assolutamente un gran pilota in rampa di lancio.

Sergio PEREZ Voto 8: Il miglior weekend sicuramente della stagione per il messicano della Racing Point. In qualifica si piazza in Q3, in gara è sempre li tra i primi, per poi essere sesto. Nel finale passa Norris, ma purtroppo anche lui deve arrendersi a problemi di benzina della sua auto e così perde la quinta piazza.

Alexander ALBON Voto 7 e mezzo: Che dire, grande Albon. Il thailandese parte dal fondo della griglia e pian piano recupera, con una vettura comunque più performante di tante altre. Nel finale si ritrova quinto, sfruttando le debacle di tutti gli altri.

Toro ROSSO Voto 7: Altra corsa costante del team satellite della Red Bull. Kvyat parte dal fondo e conquista una buona settima posizione. Anche il buon Gasly fa una corsa assolutamente sufficiente, finendo nono.

Antonio GIOVINAZZI Voto 5: Bene ma non benissimo. Combatte contro tutti, lotta ed effettua anche dei sorpassi degni di nota. Si ritrova nei punti nel finale ma purtroppo getta tutto alle ortiche con un brutto errore all'ultimo giro. Una bella botta, ma soprattutto un gran peccato.

Kimi RAIKKONEN Voto 5: Dopo l'ennesimo capolavoro in qualifica, rovina tutto con una partenza un po' da inesperto, dato che chiude troppo la curva, come se fosse da solo in pista. Strano errore per lui, che la Source la conosce come le sue tasche. Invece si ritrova toccato da Verstappen e da qui in poi la sua corsa è compromessa. Con la vettura rovinata naviga fuori dalla zona punti, sempre nelle retrovie. Chiude addirittura dietro a Russel.

RENAULT Voto 5: Gara veramente anonima e complicata della scuderia francese, che piazza Hulkenberg a punti ma solo sfruttando i vari ritiri dell'ultimo giro. Ricciardo cambia gomme al giro 2 e nel finale si fa passare da tutti, Nico arriva ottavo ma fatica terribilmente. Con la Honda ormai competitiva, diventa il motore più scarso del circus. Nelle qualifiche non erano neanche andati male, ma in gara non hanno il passo.

HAAS Voto 4: Ennesimo weekend veramente strano. In qualifica sono andati fortissimo, ma in gara dimostrano di averne di meno praticamente di tutte le altre scuderie, soprattutto in rettilineo. Così entrambi i piloti chiudono fuori dalla zona punti.

Video - Incidenti, auto con 6 ruote, minacce: gli episodi più particolari accaduti al GP di Spagna

01:42
0
0