Getty Images

Gara pazza: Bottas e Leclerc a muro, Hamilton sbaglia. Vince Verstappen davanti a Vettel

Gara pazza: Bottas e Leclerc a muro, Hamilton sbaglia. Vince Verstappen davanti a Vettel

Il 28/07/2019 alle 17:08Aggiornato Il 28/07/2019 alle 18:27

Gara pazza e incredibile. Succede di tutto a Hockenheim. Sotto l'acqua vince Max Verstappen. L'olandese è bravissimo a non sbagliare nulla. Dietro succede di tutto: Bottas e Leclerc vanno a muro, Hamilton sbaglia ed è fuori dai 10. Vettel ne approfitta e chiude secondo, davanti a uno splendido Kvyat. Weekend nero per la Mercedes nel giorno dei festeggiamenti dei 200 GP.

Gara assurda, quasi incredibile. Sicuramente una delle più pazze degli ultimi anni. Ad Hockenheim succede di tutto, con la pioggia a scompigliare le carte. L'acqua non si era mai vista in questo 2019, e così c'era molta curiosità di vedere le vetture 2019 con le gomme da bagnato. L'attesa è stata ben ripagata e lo spettacolo è stato super.

Partiamo dal vincitore: Max Verstappen. L'olandese è forse quello che sbaglia meno quest'oggi, nella sagra dell'errore. Si perché davanti sbagliano praticamente tutti: Bottas e Leclerc vanno a muro, Hamilton è irriconiscibile e finisce fuori dai punti. Max invece è freddo e, nonostante la pioggia a intermittenza e le tantissime Safety Car, vince la settima gara della carriera, chiudendo un filotto di nove successi consecutivi di Lewis sotto la pioggia.

Max Verstappen

Max VerstappenGetty Images

In pista è successo di tutto. Pioggia, asciutto, safety car, incidenti, errori, penalità e tantissimi sorpassi. Verstappen è certamente il migliore, davanti a Vettel. L'unico modo pe recuperare per Seb era avere una corsa pazza, e così è stato. Il tedesco non sbaglia e nel finale acciuffa un podio che serve a poco per la classifica, ma sicuramente per il morale. Chiude il podio un fenomenale Daniil Kvyat, che riporta la Toro Rosso a podio dopo oltre 10 anni, proprio da quella vittoria di Vettel a Monza nel 2008. In queste condizioni meteo miste si mettono in luce, oltre a Kvyat, un ottimo Stroll quarto, poi Sainz quinto e Albon sesto.

Hockenheimring: Lewis Hamilton

Hockenheimring: Lewis HamiltonGetty Images

Invece malissimo la Mercedes, nel giorno dei festeggiamenti per i 125 anni nel motorsport e i 200 GP in F1. Hamilton non è in forma e sbaglia tantissimo, mentre Bottas va a muro quando era quarto e in corsa per il podio. Purtroppo anche Leclerc getta alle ortiche una grande occasione. Il monegasco ne aveva per stare anche con Verstappen, ma nella fase centrale della corsa sbaglia e va a muro.

Charles Leclerc après son accident lors du Grand Prix d'Allemagne 2019

Charles Leclerc après son accident lors du Grand Prix d'Allemagne 2019Getty Images

Questa vittoria cambia poco nella generale, con Hamilton saldamente in testa. Verstappen sempre più terzo si avvicina a Bottas, Vettel ritrova il sorriso dopo una vita. Tra sette giorni si torna in pista in Ungheria.

L'ordine d'arrivo

I 5 momenti della gara

- Con l'acqua in pista la Direzione Gara decide di effettuare ben 4 giri di formazione dietro Safety Car. Al quinto giro si parte in griglia con 64 tornate. Hamilton e Bottas volano, Verstappen parte molto lento e si fa passare da Raikkonen. Bene Leclerc e anche Vettel in partenza che subito recuperano qualche posizione.

- Al terzo giro Perez va in testacoda e sbatte a muro. Safety Car in pista e praticamente tutti entrano a mettere le intermedie. Hamilton vola con la pista non più bagnata ma umida, poi Bottas, Verstappen, Leclerc, Hulkenberg, Raikkonen e Vettel settimo.

- Alla 16ma tornata Ricciardo rompe il motore. Virtual Safety Car in pista, ne approfittano Leclerc e Hulkenberg a mettere un'altra intermedia nuova. Charles diventa l'uomo più veloce in pista e guadagna due secondi su tutti. Hamilton rimane primo con 5 secondi sul duo Bottas-Verstappen. Quarto Leclerc e 4 secondi dal podio, poi Hulkenberg, Raikkonen e Vettel sempre settimo.

Nonostante qualche goccia di pioggia nell'ultimo settore, la pista dalle altre parti è praticamente asciutta, e così la Ferrari prova l'azzardo facendo entrare Seb al giro 24 per mettere gomma rossa da asciutto. Poco dopo anche Verstappen pitta, poi Leclerc e le Mercedes. Ma il destino è beffardo e poco dopo succede di tutto: torna a piovere e Leclerc finisce a muro. Safety Car di nuovo in pista, con Hamilton che va a muro anche lui, ma è fortunato e riesce a ripartire andando ai box per cambiare l'ala, ma saltando il palo di entrata al pit. Dietro tutti mettono le intermedie e quindi la classifica viene rivoluzionata. Primo è Verstappen, poi Hulkenberg, Bottas, Albon, Hamilton, Sainz, Raikkonen e Vettel, con Lewis che si prende 5 secondi di penalità.

- Si riparte ma per poco, dato che Hulkenberg va a muro nella stessa curva degli errori di Leclerc e Hamilton. Nuova Safety Car e sia Verstappen che Vettel ne approfittano per mettere altra intermedia nuova. Il box Red Bull è super e riesce a rimettere Max in testa, davanti a Bottas, Hamilton, Albon, Sainz, Gasly, Raikkonen, Giovinazzi, Kvyat e Vettel decimo. Solo Verstappen e Vettel nei primi dieci hanno una intermedia nuova.

- Sembra tutto finito, ma invece la gara è lunghissima e accade ancora di tutto. Alla ripartenza ci si accorge che la pista si sta asciugando velocemente e tutti entrano ai box a mettere gomme da asciutto. Hamilton però deve scontare la penalità e perde tanto tempo. Poco dopo Lewis finisce in testacoda, riparte ma ormai è praticamente ultimo. Davanti Verstappen sempre primo, poi Kvyat, Stroll, Bottas, Sainz, Vettel, Albon, Gasly, Grosjean e Raikkonen decimo.

- Tutto è apparecchiato per la rimonta di Bottas a podio, ma il finlandese finisce a muro anche lui. Altra Safety Car e così si apre la porta per Seb. Si riparte con cinque giri da fare: Vettel è super e in poche curve torna secondo. Vince quindi Max davanti a Vettel. Terzo un grande Kvyat, poi Stroll e Sainz. Hamilton 11mo.

La statistica chiave

Grandissima rimonta di Sebastian Vettel. Il tedesco recupera da 20mo a secondo.

La dichiarazione

Sebastian VETTEL: "E' stata una gara lunga, sembrava non finisse mai. Molto dura, ma mi sono divertito tantissimo. Ho fatto fatica a prendere il ritmo con le intermedie, ma sono stato pulito sulle gomme. E' successo veramente di tutto oggi. Ho capito di poter andare a podio dopo l'ultima safety car".

Il tweet da non perdere

Il migliore

Max VERSTAPPEN: Con Hamilton KO, è lui il migliore in queste condizioni e oggi lo dimostra. Nonostante una brutta partenza e un violento testacoda, è bravissimo nella fase centrale di gara a prendere il largo ogni volta ne ha l'occasione. Seconda vittoria stagionale, la settima in carriera. Mica poco per uno che ha solo 22 anni. Complimenti anche alla Red Bull, assolutamente perfetta in fase di pit stop, e oggi ce ne sono stati veramente tanti.

Il peggiore

Charles LECLERC: La fiera delle occasioni perse. Col senno di poi Charles butta via un'occasione d'oro. Purtroppo incappa nell'errore all'ultima curva fatale. Peccato, ne aveva anche per battere Verstappen.

Video - Incidenti, auto con 6 ruote, minacce: gli episodi più particolari accaduti al GP di Spagna

01:42
0
0