Getty Images

Il tifone Hagibis colpisce anche la F1: qualifiche rinviate a domenica mattina per sicurezza

Il tifone Hagibis colpisce anche la F1: qualifiche rinviate a domenica mattina per sicurezza

Il 11/10/2019 alle 08:11

Dal nostro partner OAsport.it

Ha vinto la sicurezza. Come previsto sabato a Suzuka, la lotta per la pole position è stata rinviata a domenica mattina per l’arrivo del tifone Hagibis. Lo ha comunicato la Formula 1 nella notte di venerdì, a pochi minuti dall’inizio della prima sessione di prove libere del GP del Giappone. Pertanto, le FP3 sono state cancellate e qualifiche e gara si terranno domenica, con il time-attack alle ore 10.00 giapponesi (le 03.00 italiane) e la corsa alle ore 14.10 locali (7.10 italiane, come da programma). Non sarà un inedito vedere le qualifche domenica mattina, visto che per maltempo proprio a Suzuka era già successo uno slittamento sia 2004 che nel 2010.

Nelle FP1 comanda la Mercedes

E’ stato il finlandese Valtteri Bottas il migliore delle prove libere 1 del GP del Giappone, tappa del Mondiale 2019 di F1. Sul tracciato celeberrimo di Suzuka il finnico ha ottenuto il best time di 1’28″731, precedendo il compagno di squadra Lewis Hamilton di 76 millesimi. Crono che confermano il grande feeling della monoposto di Brackley su questo layout, ricordando che le Frecce d’Argento nell’era dei motori ibridi hanno sempre vinto su questo circuito. La scuderia anglo-tedesca, per rafforzare la propria superiorità, ha introdotto un nuovo pacchetto aerodinamico che sembra aver dato i suoi frutti. Le due W10, infatti, si sono dimostrate stabili fin da subito, siglando i riferimenti cronometrici con grande facilità.

Notevolmente distanziate le due Ferrari: il tedesco Sebastian Vettel si è fermato a 0″989, mentre il monegasco Charles Leclerc è a 1″181. Un divario importante frutto dell’eccezionale lavoro svolto dalla team campione del mondo e anche di una Rossa che, forse, qualche carta in mano ha deciso di tenersela. Analizzando le velocità in rettilineo, infatti, si è notato che le due SF90 abbiano ottenuto velocità inferiori rispetto ai rivali, non volendo spingere al 100%. Tuttavia, è evidente che Bottas ed Hamilton siano i favoriti per questo round.

In quinta e sesta posizione le due Red Bull Honda dell’olandese Max Verstappen (+1″315) e del britannico Alexander Albon (+1″644) a precedere un ottimo Carlos Sainz su McLaren (+1″971), le due Racing Point del messicano Sergio Perez (+2″079) e del canadese Lance Stroll (+2″228) e l’altra McLaren del britannico Lando Norris (+2″270). Per quanto riguarda l’Alfa Romeo, il finlandese Kimi Raikkonen ha concluso le FP1 in dodicesima piazza a 2″576, mentre poca fortuna per Antonio Giovinazzi. Il pilota italiano, esordiente su questa pista, è stato frenato da un problema idraulico sulla sua monoposto, non andando oltre l’ultimo tempo a 8″156 dal vertice.

Prove libere 1 - GP Giappone 2019

1 Valtteri BOTTAS Mercedes1:28.731 5
2 Lewis HAMILTON Mercedes+0.076 5

3 Sebastian VETTEL Ferrari+0.989 6

4 Charles LECLERC Ferrari+1.181 6
5 Max VERSTAPPEN Red Bull Racing+1.315 5
6 Alexander ALBON Red Bull Racing+1.644 5
7 Carlos SAINZ McLaren+1.971 5
8 Sergio PEREZ Racing Point+2.079 5
9 Lance STROLL Racing Point+2.228 5
10 Lando NORRIS McLaren+2.270 6
11 Romain GROSJEAN Haas F1 Team+2.552 5

12 Kimi RÄIKKÖNEN Alfa Romeo Racing+2.576 6
13 Nico HULKENBERG Renault+2.695 7
14 Daniel RICCIARDO Renault+2.832 9
15 Kevin MAGNUSSEN Haas F1 Team+3.054 5
16 Daniil KVYAT Toro Rosso+3.189 7
17 Naoki YAMAMOTO Toro Rosso+3.287 5
18 George RUSSELL Williams+4.069 10
19 Robert KUBICA Williams+4.753 11

20 Antonio GIOVINAZZI Alfa Romeo Racing+8.156 2

Video - Gabriele Tarquini: "Vettel ha sbagliato, penalità giusta, e comunque soffre sempre Hamilton"

03:10
0
0