Getty Images

Le pagelle: Leclerc epico, Hamilton e Bottas ci provano, disastroso Vettel

Le pagelle: Leclerc epico, Hamilton e Bottas ci provano, disastroso Vettel

Il 08/09/2019 alle 17:41Aggiornato Il 08/09/2019 alle 17:44

È tempo di dare i voti ai protagonisti del Gran Premio d'Italia sullo storico circuito di Monza. Epica corsa di Charles Leclerc, che riporta al successo la Ferrari sulla pista brianzola dopo nove anni. Grandissima gara della Mercedes, che le prova tutte per battere la Ferrari ma senza successo. Ottima prestazione della Renault. Delude Sebastian Vettel.

Charles LECLERC Voto 10 e Lode: Gara a dir poco pazzesca. Corre col cuore in gola dal primo all'ultimo giro. Non ha un attimo per respirare. Hamilton lo pressa dall'inizio a oltre la prima sosta e il monegasco usa tutti i mezzi a sua disposizione e anche oltre per tenerlo dietro. Brava la Ferrari a mettergli la gomma bianca e così Leclerc può resistere agli attacchi finali di Bottas. Con una pressione sulle spalle mostruosa, Leclerc si costruisce questa vittoria guidando con una cattiveria agonistica pazzesca, vincendo la corsa più bella del mondo. BELLISSIMO!

Lewis HAMILTON Voto 9: E' lui il primo sconfitto di oggi, ma è autore di una corsa a dir poco sublime. Parte bene e mette pressione a Leclerc dal primo metro. Dalla sosta le prova tutte, portando Leclerc all'errore e alla difesa anche oltre al regolamento. La Mercedes è fortissima in curva, ma meno in rettilineo, per cui non riesce a passare il rivale. Nel finale rovina troppo le gomme rimanendo attaccato alla Ferrari ed è costretto alla resa.

Valtteri BOTTAS Voto 8 e mezzo: Senza mai essere inquadrato si ritrova a un secondo dalla vittoria. Non ruba mai l'occhio ma con un gran ritmo è sempre li vicino ai primi due. Nel finale ringrazia l'errore del compagno per provare ad attaccare Leclerc, ma con diversi piccoli errori non sfrutta mai le gomme più nuove per giocarsi il successo.

RENAULT Voto 8: Buon motore e macchina scarichissima. E' questo il segreto della Renault che si ritrova a Monza a recitare la parte della terza forza in pista, sfruttando gli alti e bassi della Red Bull. Quarto e quinto posto finale e tanti punti nel costruttori. Peccato che di gare come questa ce n'è solo una in stagione, da Singapore ritornerà la sofferenza.

Alexander ALBON Voto 6: Nelle libere aveva messo in mostra ottime cose, in gara un po' si spegne. Perde tempo nei primi giri con Sainz, poi però recupera, chiudendo però sesto e lontano da Ricciardo quarto.

Sergio PEREZ Voto 8: Veramente una gran corsa del messicano, che qui su questa pista si è sempre trovato bene. Oggi parte dalle retrovie e sfrutta tutte le occasioni a suo favore, chiudendo in zona punti.

Max VERSTAPPEN Voto 5: Ci si aspettava la rimonta veemente dalle retrovie. I mezzo c'erano per farlo, l'olandese però alla prima variante sbaglia la frenata e si ritrova già ai box. Poi riesce a recuperare, ma fa solo il compitino.

Antonio GIOVINAZZI Voto 7: Dopo la sciagurata prestazione di Spa aveva tutti gli occhi addosso. Antonio però è bravo a resistere alla pressione e fa una corsa costante e solida, sempre in zona punti. Chiude nono, in fin dei conti il suo miglior risultato in carriera in F1. Bene così.

HAAS Voto 4: Ormai sono allo sbando. Nonostante il motore Ferrari le vetture di Grosjean e Magnussen non vanno in rettilineo, e così i due piloti si ritrovano sempre nelle retrovie e fuori dalla zona punti. Nel finale Magnussen è anche costretto al ritiro per problemi tecnici. Una stagione sempre più disastrosa.

Sebastian Vettel in testacoda al 7° giro all'Ascari, Getty Images

Sebastian Vettel in testacoda al 7° giro all'Ascari, Getty ImagesGetty Images

Sebastian VETTEL Voto 4: semplicemente imperdonabile. L'errore in sé non è gravissimo: certo, era evitabile, soprattutto guardando alla prestazione della vettura del compagno, segno che poteva esserci anche lui in lotta per la vittoria. Ma ci può stare. Il problema è la manovra assurda del rientro in pista, veramente inconcepibile. Giusta la penalità. E poi è ormai assodato il fatto che non è più lui la prima guida in Ferrari.

Video - Charles Leclerc, il giovane predestinato per un grande futuro in Ferrari

01:26

Video - Zanardi: "Charles Leclerc in Ferrari? Lo vedo bene, è potenzialmente un Hamilton"

00:33
0
0