Getty Images

La Ferrari riduce al minimo la presenza nel Reparto Corse per l'emergenza Coronavirus

La Ferrari riduce al minimo la presenza nel Reparto Corse per l'emergenza Coronavirus

Il 15/03/2020 alle 08:03Aggiornato Il 15/03/2020 alle 11:05

Dal nostro partner OAsport.it

L’emergenza Coronavirus è al centro del viver comune e in ogni settore lavorativo/sportivo vanno prese le dovute contromisure. Non fa eccezione in questo senso la Ferrari che ha deciso di mettere in atto provvedimenti ancor più limitativi e stringenti per garantire la sicurezza dei propri dipendenti, alla luce di quanto è stato deciso dal Governo l’11 marzo circa la criticità del Covid-19.

Pertanto, come riportato da it.motorspot.com, la presenza dei lavoratori negli stabilimenti di Maranello e di Modena è stata ridotta ai minimi termine fino al prossimo 27 marzo, sposando alla perfezione la linea guida governativa sul fronte dello smart working. L’amministratore delegato del Cavallino Rampante Louis Camilleri ha così commentato la scelta:

" In un momento come questo, i miei ringraziamenti vanno prima di tutto alle persone della Ferrari, che con il loro straordinario impegno in questi ultimi giorni hanno dimostrato l’attaccamento e la passione che contraddistingue il nostro brand. Assieme ai nostri fornitori, sono stati loro a garantire fino ad adesso la continuità aziendale. È proprio nel loro rispetto e per la tutela della loro serenità e di quella delle loro famiglie, che abbiamo preso questa decisione. Ferrari ha a cuore naturalmente anche i propri clienti e i propri fan, e per loro ci faremo trovare pronti a una grande ripartenza"

giandomenico.tiseo@oasport.it