Eurosport

La Mercedes cambia rotta: Costa si fa da parte, largo a Owen e Allison

La Mercedes cambia rotta: Costa si fa da parte, largo a Owen e Allison
Di Eurosport

Il 13/07/2018 alle 10:26

Dopo sette anni, il Reposnsabile del Progetto si vede ridimensionare la carica restando tra le Frecce d'Argento come consulente. Anche per Ellis è previsto un anno sabbatico, mentre Owen e Allison avranno più potere all'interno della scuderia.

La Mercedes cambia rotta. Dopo i risultati delle ultime settimane, lo staff si è messo a riflettere per capire dove poter migliorare e il risultato è stato un ridimensionamento delle mansioni di Aldo Costa e un anno sabbatico per Mark Ellis, il Performance Director. Ufficialmente il responsabile del progetto lascia la carica per motivi familiari, ritagliandosi un ruolo da consulente con la scuderia, ma la sensazione è più quella di una testa tagliata dopo sette anni di successi e un’improvvisa frenata.

Al suo posto quindi chi ci sarà? L’incarico passa all’interno John Owen, ma aumenterà anche la portata delle decisioni del direttore tecnico James Allison, altro esule della Ferrari.

Già, perché Costa hagià visto questo film sette anni fa con la rossa di Maranello, ma a quanto pare, nonostante tutto, gode ancora della stima di Toto Wolff.

" Abbiamo detto molte volte che non è possibile congelare un’organizzazione di successo: è una struttura dinamica e sono orgoglioso che siamo in grado di consegnare il testimone senza problemi alla prossima generazione di leader all’interno del team. Siamo stati in discussione per molti mesi con Mark e Aldo su come realizzare al meglio questa transizione e dare potere ai loro successori. Aldo è una persona eccezionale, ma anche uno che mi ha insegnato tanto sulla F.1 con l'umiltà necessaria per avere successo."

Non sono parole di addio quelle di Costa:

" Gli ultimi sette anni con Mercedes sono stati un’esperienza straordinaria, non solo un successo professionale ma anche un’esperienza di vita che ha arricchito me e la mia famiglia e ci ha consentito di maturare una mentalità più aperta e internazionale. Con Toto condividiamo una sfida professionale e anche una passione personale per le corse, e gli sono grato per la fiducia e il pieno sostegno che ho ricevuto. Abbiamo visto il team progredire e raggiungere il successo, e ora il nostro obiettivo è creare un gruppo ancora più forte per affrontare le sfide del prossimo decennio. Nell’ultimo anno ho lavorato con Toto e James per sviluppare un piano di successione a lungo termine, per aiutare la prossima generazione a svolgere il lavoro nel miglior modo possibile. Sono felice di lasciare il testimone nelle mani capaci di John e James – e di continuare a sostenere la nuova organizzazione come consulente tecnico per assicurarne la crescita in futuro."

Video - 2004-2018: Vettel re in Canada con la Ferrari sulle orme di Schumacher

01:15
0
0