Getty Images

La minaccia della Red Bull: "Se la F1 non ci piacerà, nel 2020 potremmo passare al WEC"

La minaccia della Red Bull: "Se la F1 non ci piacerà, nel 2020 potremmo passare al WEC"

Il 26/12/2018 alle 12:14Aggiornato Il 26/12/2018 alle 12:23

La scuderia delle bevande energetiche è molto perplessa sul prossimo futuro del circus: se il nuovo accordo economico e gestionale di Liberty Media non dovesse essere di gradimento, potrebbe abbandonare la F1 e sbarcare nel WEC, cercando di vincere anche la 24 Ore di Le Mans.

Tra il 2010 e il 2013, la Red Bull ha letteralmente dominato il palcoscenico della F1, vincendo quattro titoli piloti e costruttori consecutivi, ma il livello di eccellenza assoluta non è stato mantenuto dopo il passaggio all'era dei motori turbo ibridi V6. La scuderia delle bevande energetiche ha chiuso il rapporto con Renault per la fornitura dei motori e firmato un nuovo accordo biennale con la Honda, ma al termine del 2020 potrebbe abbandonare il circus se le condizioni generali non dovessero essere favorevoli.

Nel 2020 scadrà infatti anche il Patto della Concordia, e le operazioni di Liberty Media per la stesura di un nuovo piano commerciale e di gestione del circus sembrano ancora in alto mare, come spiegato anche ad autosport.com dal supervisore Helmut Marko.

" Abbiamo un accordo fino al 2020 per restare in F1, ma fino a quando non ci sarà un nuovo regolamento per i motori e il Patto della Concordia non sarà rinnovato, né Red Bull, né Honda prenderanno decisioni sul futuro. Non vogliamo diventare un team cliente come successo in passato, quando dovevamo pregare i nostri fornitori per promesse che non venivano mantenute."
Max Verstappen ha chiuso al 4° posto il Mondiale, raccogliendo due vittorie e 9 podi nella sua terza stagione in Red Bull.

Max Verstappen ha chiuso al 4° posto il Mondiale, raccogliendo due vittorie e 9 podi nella sua terza stagione in Red Bull.Getty Images

L'apertura al WEC e alla Le Mans

Red Bull ha recentemente collaborato, anche nella figura del direttore tecnico Adrian Newey, con Aston Martin per la realizzazione della Valkyrie, una hypercar da strada, per partecipare al campionato WEC e alla 24 Ore di Le Mans. Il WEC sta lavorando per sostituire la categoria di punta LMP1 con le hypercar tra il 2020 e il 2021, e Red Bull parrebbe interessata.

" Possiamo smettere, oppure dedicarci ad altro. Possiamo correre la Le Mans con la Valkyrie, che ha avuto da subito un grande successo commerciale. Potremmo lavorare nel WEC a costi ragionevoli, basandoci sulla nostra Valkyrie. Anche se Red Bull non ha mai partecipato alla Le Mans, è sempre stato un potenziale obiettivo."

No al cap in Formula 1

Nel nuovo regolamento atteso a entrare in vigore dopo il 2020, Liberty Media vorrebbe anche introdurre un tetto salariale nel tentativo di creare un sistema paritario e maggiormente competitivo, ma Red Bull non sembra dell'idea.

" Se dovesse essere inserito un cap in Formula1, dovremmo operare tagli al personale, ed è una cosa che non vorremmo fare."
0
0