Getty Images

Montezemolo: "Lauda era un amico vero, con lui ho vissuto momenti indimenticabili"

Montezemolo: "Lauda era un amico vero, con lui ho vissuto momenti indimenticabili"
Di Eurosport

Il 21/05/2019 alle 12:46Aggiornato Il 21/05/2019 alle 13:38

L'ex presidente della Ferrari ricorda il pilota scomparso all'età di 70 anni: "Niki è stato un grande campione anche fuori dal circuito, un uomo diretto e sincero e con una grandissima sensibilità". Il team principal della Mercedes Toto Wolff: "Niki, sei semplicemente insostituibile. Non ce ne sarà mai un altro come te".

Ai microfoni della trasmissione Radio Anch'io su Radiouno, l'ex presidente della Ferrari Luca Cordero di Montezemolo ricorda così il grande Niki Lauda, campione del mondo con la scuderia di Maranello nel 1975 e nel 1977, scomparso all'età di 70 anni.

"Perdo un grande e vero amico"

" Sono molto triste perché perdo un grande vero amico; 50 anni di amicizia, abbiamo iniziato insieme da ragazzi, lui giovanissimo pilota con la Ferrari, io giovanissimo direttore sportivo. Oltre che grande amico, Niki è stato un grande campione in pista, con lui ho condiviso vittorie indimenticabili, alcuni dei momenti più belli della mia vita. Vinse a Monza il Mondiale dopo 12 anni che la Ferrari non trionfava davanti al pubblico italiano. Chiamai Ferrari e lo sentii per la prima volta, commosso, che piangeva"

"Un grande campione anche fuori dalla pista"

" Niki è stato anche un grande campione fuori dal circuito, un uomo diretto e sincero, un amico leale. Anche duro nel dire le cose con la massima trasparenza. Piango una parte molto importante della mia vita. Lo ricordano come un 'computer'? Era un ragazzo di grandissima sensibilità. Ha sempre lavorato nei dettagli, come fece poi Schumacher. Gli piaceva ridere e divertirsi, ma sempre con un fondo di serietà. Non scordiamoci che ha avuto anche un grandissimo successo come imprenditore"

La commozione di Toto Wolff, team principal Mercedes

" Il nostro team ha perso una luce guida. Come compagno di squadra negli ultimi sei anni e mezzo, Niki era sempre brutalmente onesto e assolutamente leale. È stato un privilegio averlo nella nostra squadra. Ogni volta che pronunciava uno dei suoi famosi discorsi motivazionali portava un'energia che nessun altro poteva replicare. Niki, sei semplicemente insostituibile, non ce ne sarà mai un altro come te. Resterà per sempre una delle più grandi leggende del nostro sport: ha unito eroismo, umanità e onestà dentro e fuori la cabina di guida. La sua scomparsa lascia un vuoto in Formula 1. Non abbiamo appena perso un eroe che ha messo in scena il ritorno più straordinario mai visto, ma anche un uomo che ha portato preziosa chiarezza e candore alla Formula 1 moderna. Ci mancherà molto, era la nostra voce di buon senso"

Video - Niki Lauda, il campione leggendario che visse due volte

01:30
0
0