Getty Images

Ora è ufficiale, la Ferrari rinuncia al ricorso ma si affiderà al diritto di revisione del caso

Ora è ufficiale, la Ferrari rinuncia al ricorso ma si affiderà al diritto di revisione del caso

Il 14/06/2019 alle 12:33Aggiornato Il 14/06/2019 alle 14:03

Dal nostro partner OAsport.it

E dopo le indiscrezioni, è arrivata l’ufficialità. Come riporta il sito ufficiale della F1, la Ferrari ha deciso di rinunciare al ricorso relativo alla penalità di 5″ comminata al tedesco Sebastian Vettel, nel corso del GP del Canada (settima prova del Mondiale di F1). Una presa di posizione che, però, non vuol dire di certo arrendersi.

Le intenzioni del Cavallino Rampante sono quelle di affidarsi al diritto di revisione. La Rossa, infatti, avrebbe avuto 96 ore dall’accaduto per raccogliere dati e prove, cercando di convincere il Tribunale della FIA dell’innocenza di Vettel, accusato di essersi comportato in maniera imprudente nel famoso 48° giro della corsa canadese. Pertanto, la Ferrari, avendo a disposizione ulteriori informazioni che possano essere in favore del proprio alfiere, vuole chiedere una revisione del caso alla FIA, avendo 14 giorni di tempo per mettere insieme tutto il materiale. Il Cavallino punta sulla questione di sicurezza, ritenendo che il quattro volte iridato abbia fatto tutto il possibile per evitare un possibile incidente con Lewis Hamilton.

Video - Gabriele Tarquini: "Vettel ha sbagliato, penalità giusta, e comunque soffre sempre Hamilton"

03:10
0
0