Getty Images

Quanto costa la tassa di iscrizione al Mondiale 2019? I soldi pagati da Ferrari e Mercedes

Quanto costa la tassa di iscrizione al Mondiale 2019? I soldi pagati da Ferrari e Mercedes

Il 31/12/2018 alle 12:00Aggiornato Il 31/12/2018 alle 12:51

Dal nostro partner OAsport.it

Siamo ai titoli di coda del 2018 e il sipario sta per calare. Nel Mondiale di Formula Uno di quest’anno i valori si sono confermati, guardando a quanto è avvenuto in precedenza: Lewis Hamilton e Mercedes sono stati i più forti. Nei 100 GP dell’era dei motori ibridi le Frecce d’Argento sono salite sul podio più alto in ben 74 occasioni e questo dato basta ed avanza per evidenziare l’egemonia del team di Brackley dal 2014 ad oggi. Questo però fa parte del passato e i tecnici delle squadre del Circus sono a lavoro per arrivare pronti all’avvio della prossima annata, previsto il 17 marzo a Melbourne (Australia). Le nuove monoposto dovranno tener conto di un regolamento teso a limitare gli effetti dell’aerodinamica per consentire ai piloti di sorpassare maggiormente in pista.

Oltre però alle vetture in via di definizione, con la Ferrari che si presenterà a Maranello il 15 febbraio, le scuderie dovranno sbrigare le pratiche burocratiche per l’iscrizione al prossimo campionato. Come ogni anno infatti la Federazione Internazionale impone una quota derivante dai punti ottenuti nella stagione appena conclusa. In altre parole, si richiede maggiormente dal punto di vista economico ai team meglio piazzanti nella graduatoria finale dei costruttori. Ecco che la Mercedes dovrà sborsare poco più di 4 milioni di euro. In questa particolare classifica segue la Rossa che pagherà 3 milioni di euro, un versamento maggiore rispetto a quello dal Mondiale passato (2.5 milioni di euro).

Esborsi economici che, come detto, sono direttamente proporzionali al posizionamento del Mondiale dei marchi visto che, alle spalle delle due grandi rivali, troviamo la Red Bull con i suoi 2.357.792 euro da impegnare a precedere la Renault (1.008.521). In questo senso desta sensazione il pagamento richiesto alla Williams, in ultima posizione quest’anno nel campionato, che verserà “solo” mezzo milione di euro. Da questo punto di vista si può sorridere a Grove ma senza dubbio piloti e staff avrebbero preferito essere più veloci in pista piuttosto che godere di questo contenimento dei costi.

Mondiale F1 2019: la classifica dei costi legati alla tassa di iscrizione dei team

Mercedes-AMG Petronas Motorsport: 4.025.335 Euro
Scuderia Ferrari Mission Winnow: 3.048.328 Euro
Aston Martin Red Bull Racing: 2.357.792 Euro
Renault F1 Team: 1.008.521 Euro
Rich Energy Haas F1 Team: 876.774 Euro
McLaren F1 Team: 735.941 Euro
Racing Point F1 Team: 690.511 Euro
Alfa Romeo Sauber F1 Team: 672.339 Euro
Scuderia Toro Rosso: 604.194 Euro
Williams Racing: 486.076 Euro

giandomenico.tiseo@oasport.it

0
0