Getty Images

Svelata a Salisburgo la nuovo Toro Rosso: ecco l'AlphaTauri AT01 di Gasly e Kvyat

Svelata a Salisburgo la nuovo Toro Rosso: ecco l'AlphaTauri AT01 di Gasly e Kvyat

Il 15/02/2020 alle 00:00Aggiornato Il 15/02/2020 alle 00:28

Dal nostro partner OAsport.it

Incomincia ufficialmente all’Hangar 7 di Salisburgo l’avventura nel Mondiale di Formula 1 dell’AlphaTauri, che ha preso il posto - a livello nominativo - della Toro Rosso. Si tratta del 6° team in ordine cronologico ad effettuare l’unvealing della nuova vettura dopo Ferrari, Red Bull, Renault, McLaren e Mercedes. L’ex Toro Rosso, punterà a confermare l’ottimo campionato 2019 andando a caccia della top 5 nel Mondiale costruttori. Alla guida della AT01 ci saranno il francese Pierre Gasly ed il russo Daniil Kvyat, reduci entrambi da un’annata positiva a livello personale.

" Il 2019 è stato un anno interessante, sono successe tante cose, a livello professionale e personale. Sento di essere cresciuto e di aver imparato tanto. Aver conquistato quel 2° posto in Brasile è stato il miglior modo di chiudere la stagione. Sono contento per come abbiamo lavorato e per come sono andate le cose. E ora mi sento entusiasta per la nuova stagione, che vorrei iniziasse allo stesso modo in cui si è conclusa la scorsa. Sicuramente, dato che gli uomini sono praticamente gli stessi di prima, tutti sono molto motivati e concentrati nel fare bene e lo si riesce a sentire in tutta la factory. Sono tutti molto entusiasti della vettura 2020 e si vuol fare anche meglio dello scorso anno. [Pierre Gasly]"
" Sono entusiasta all’idea di tornare a correre. Questo sarà il mio 6° anno in Formula 1 ed è una sensazione fantastica. In sostanza, il team rimane pressoché lo stesso, mentre il nome è cambiato in AlphaTauri. Cambierà il look della macchina e delle divise del team, ma tecnicamente la AT01 è un’evoluzione della STR14 dello scorso anno, che si era già ben comportata. Avendo questo come punto di partenza, il nostro obiettivo è migliorare il più possibile. Si può sempre progredire, quindi continuerò a lavorare per essere un pilota migliore e cercherò di ottenere altri bei risultati per la squadra, così da puntare a una buona posizione in campionato. Il 2019 è stato un anno positivo per me, con dieci piazzamenti a punti e un podio a Hockenheim. Certamente è una stagione da ricordare, ma c’è ovviamente margine per poter fare ancora meglio. Direi che non mi sono prefissato obiettivi specifici per quest’anno, voglio solo continuare a fare quello che ho già fatto e migliorare [Daniil Kvyat]"

Non resta, quindi, che aspettare i test di Montmelò a Barcellona per capire le reali potenzialità dell’ex Toro Rosso.

Video - Ferrari SF1000: dalla terza ala in stile Red Bull ai nuovi deflettori, tutte le novità della Rossa

02:11