Motorsport.com

Formula E: Mahindra avrà un team tutti suo per tornare ai vertici

Formula E: Mahindra avrà un team tutti suo per tornare ai vertici
Di Motorsport.com

Il 12/10/2019 alle 09:14Aggiornato Il 12/10/2019 alle 09:47

Mahindra ha triplicato la forza lavoro e radunato tutto il team nei pressi di Oxford lasciando la factory Campos di Barcellona. Obiettivo migliorare i risultati delle ultime due stagioni.Mahindra ha progetti importanti per il suo futuro in Formula E. Dalla stagione 2015/2016 ha affidato il team a Campos Racing dopo aver corso in quella d'esordio appoggiandosi alla britannica Carlin. Nel corso dell

Mahindra ha triplicato la forza lavoro e radunato tutto il team nei pressi di Oxford lasciando la factory Campos di Barcellona. Obiettivo migliorare i risultati delle ultime due stagioni.

Mahindra ha progetti importanti per il suo futuro in Formula E. Dalla stagione 2015/2016 ha affidato il team a Campos Racing dopo aver corso in quella d'esordio appoggiandosi alla britannica Carlin.

Nel corso dell'estate Mahindra ha fatto sforzi notevoli dal punto di vista delle risorse umane e tecnico per migliorare il powertrain, aprendo inoltre una nuova sede dedicata alle corse che si trova ad Abingdon, vicino Oxford.

Sino alla stagione passata le risorse Mahindra erano concentrate tutte tra Banbury e Campos/QEV, vicino a Barcellona. Il team, nella sua espansione, ha anche ingaggiato David Clarke, diventato nuovo team manager.

Clarke ha già ricoperto quel ruolo nella stagione 2018/2019. Lo ha fatto in DS Techeetah, team fresco vincitore dei titoli della categoria full electric della FIA.

"Stiamo portando l'intero team in Inghilterra", ha dichiarato Dilbagh Gill, boss di Mahindra Racing. "Ci stiamo muovendo lasciando Banbury, perché non avevamo abbastanza spazio. Abbiamo trovato posto a Oxford e ci muoveremo là entro novembre. Un posto davvero ottimo".

"A Oxford ci sarà l'intero team. Non avremo più bisogno di appoggiarci ad altre strutture. Abbiamo un team che potrà essere direttamente impiegato alle gare. Abbiamo tanta gente nuova. Mi spiace, perché i ragazzi di Campos mi piacevano, ma penso che nel lungo periodo sia stato meglio per il team riunire tutti e migliorare la nostra efficienza".

"Abbiamo incontrato diverse difficoltà essendo raggruppati in due posti differenti, Banbury e Barcellona. Così abbiamo pensato di portare tutto nello stesso posto".

Nelle ultime due stagioni Mahindra ha faticato a lottare per le posizioni di vertice della Formula E. Per questo i vertici del team sperano che la tendenza possa essere invertita dopo aver preso la decisione di riunire il team.

"Abbiamo lavorato alla struttura del team perché gli ultimi due anni sono stati parecchio altalenanti per noi. Questo è uno dei motivi per cui stiamo cercando di riunire il team. Vogliamo lavorare meglio e migliorare già nel corso della prima parte dell'anno".

"Abbiamo rinunciato a tante cose prima. Abbiamo una buona squadra. Avremmo dovuto essere in una posizione differente rispetto a quella che abbiamo occupato nelle ultime due stagioni. La quinta stagione è stata probabilmente quella peggiore per noi. Ora cercheremo di correggere quanto accaduto negli ultimi 24 mesi".

Mahindra ha annunciato una nuova partnership con Venturi per quanto riguarda il propulsore 2020/2021, ma già dall'anno prossimo la collaborazione sarà attiva e garantirà assistenza ai powertrain.

"La monoposto sarà più leggera e rigida nella parte posteriore. Abbiamo lavorato molto su quella zona perché era uno dei nostri problemi. Abbiamo lavorato sulla stabilità del retrotreno. Abbiamo fatto tanto lavoro anche sul software e dal punto di vista dei controlli per rendere tutto più semplice".

0
0