Eurosport

Più piloti, più squadre, più gare: che la battaglia della Formula-E abbia inizio!

Più piloti, più squadre, più gare: che la battaglia della Formula-E abbia inizio!
Di SAMF

Il 23/11/2019 alle 09:33Aggiornato Il 23/11/2019 alle 09:34

Contenuti sponsorizzati

È la stagione pià importante per la Formula-E, con un campionato che vede in pista 24 piloti appartententi a 12 squadre. L’E-Prix d’Arabia è il luogo ideale per dare il via alla stagione 2019-2020, con un circuito da brivido degno dell’apertura di una competizione del genere.

Il futuro dell'automobilismo è già qui con la Formula E, il campionato di corse completamente elettrico che sta per prendere il via con la più grande stagione mai organizzata, con un doppio appuntamento in Arabia Saudita questa settimana.

Raddoppia l'azione, due volte eccitante

La Formula E è stata concepita solo nel 2011, quindi è giusto che uno sport emerso dal nulla in otto anni inizi la sua sesta stagione su una pista creata da zero in soli tre mesi.

Come parte del Vision2030 dell'Arabia Saudita, la storica città di Diriyah era stata scelta per organizzare la gara di apertura della stagione di Formula E 2018-19.

È stato l'esempio di passato che si scontra con il futuro, poiché Diriyah, prima capitale dell'Arabia Saudita e ora un sito del patrimonio mondiale dell'UNESCO, ospitava le serie di corse più nuove e pulite del pianeta.

Come spiegato in dettaglio nel documentario Race to Change di Discovery, è stato necessario uno sforzo gigantesco per costruire il circuito di Riyadh Street in tempo per la gara dell'anno scorso.

Ispirato ai circuiti iconici di tutto il mondo, una pista di 2,5 km con curve a gomito e un rettilineo, è stata progettata per mettere alla prova i piloti fino al limite.

Il progetto, molto ambizioso, è stato infine completato in tempo per l'inaugurale E-Prix di Diriyah nel dicembre 2018, con il portoghese Antonio Felix da Costa che ha avuto l'onore di vincere la prima gara in assoluto di Formula E in Medio Oriente.

Questa volta, Felix da Costa cercherà di salire nuovamente sul podio a Diriyah non una ma due volte, dato che la città ospiterà le due gare di apertura di venerdì e sabato.

Tuttavia, Felix da Costa dovrà lottare, visto che il campionato più imprevedibile del settore automobilistico sportivo sta per diventare ancora più competitivo.

Che la battaglia abbia inizio

Più piloti. Più squadre. Più gare.

Con 24 piloti di 12 squadre che hanno partecipato a 14 gare in quattro continenti, la Formula E si sta preparando per la sua stagione più importante.

Bisognerebbe quindi aspettarsi l'inaspettato a Diriyah, soprattutto dopo che i test prestagionali hanno visto 22 dei 24 piloti separati da meno di un secondo.

Prevedere un vincitore del campionato non è facile, ma l'evento di questa settimana permetterà in qualche modo di trovare risposta alle domande che i fan di Formula E in tutto il mondo si fanno.

C'è chi si chiede se il due volte campione Jean-Eric Vergne possa difendere il suo titolo piloti.

Il francese è il primo ad aver vinto due volte il campionato di Formula E, ma la sua missione per conquistare un terzo titolo non sarà facile, in particolare con Felix da Costa che lo affiancherà come nuovo compagno di squadra del DS Techeetah.

Nel frattempo, altri appassionati resteranno affascinati nel vedere le due squadre più recenti della Formula E.

I giganti degli sport automobilistici Mercedes e Porsche stanno entrando nella mischia, il che significa che il Diriyah E-Prix rappresenterà il primo ostacolo da superare per mettersi alla prova nella loro stagione di debutto.

Il fatto che il campione in carica della Formula 2 Nyck de Vries sarà responsabile delle speranze della Mercedes è un'ulteriore prova che la stagione 2019-20 sarà la più competitiva di sempre.

La ricompensa sarà quindi ottima per i piloti che sapranno affrontare rapidamente i 21 angoli del Riyadh Street Circuit questa settimana.

Il doppio impegno raddoppia semplicemente il significato che questo fine settimana avrà sulla stagione futura, poiché ogni squadra e ogni pilota cercherà di fare una sorta di grande dichiarazione d'intenti, consapevole del fatto che ogni punto sarà vitale nel decidere il risultato del campionato per squadre e piloti.

Inizia una stagione sportiva da pesi massimi

Le due gare non solo danno il via con stile alla stagione di Formula E, ma segnano anche l'inizio della stagione per Diriyah e l'Arabia Saudita, un mese in cui una serie di eventi sportivi e d'intrattenimento arrivano nella storica città.

Il tre volte campione di Grande Slam di tennis Stan Wawrinka e l'attuale n° 4 al mondo Daniil Medvedev sono tra i giocatori che gareggiano nella Diriyah Tennis Cup, il primo torneo per professionisti in Arabia Saudita, che inizia il 12 dicembre.

Nello stesso periodo, Diriyah ospiterà anche il maggiore incontro di boxe dei pesi massimi dell'anno con il britannico Anthony Joshua in cerca di vendetta contro il messicano Andy Ruiz Jr.

Joshua ha infatti perso le cinture dei pesi massimi quando è stato battuto a sorpresa da Ruiz a giugno: il duello si riproporrà nel Clash on the Dunes il 7 dicembre.

Sarà la prima volta in cui un paese del Medio Oriente ospiterà una lotta per il titolo mondiale dei pesi massimi: gli occhi del mondo della boxe saranno puntati sull'azione in Arabia Saudita.

Video - Sam Bird è il primo vincitore della stagione di Formula E

03:01