From Official Website

Alice e Asia D'Amato, Iorio, Carofiglio, Villa: chi sono le Fate che hanno vinto il bronzo mondiale

Alice e Asia D'Amato, Iorio, Carofiglio, Villa: chi sono le Fate che hanno vinto il bronzo mondiale

Il 09/10/2019 alle 11:46Aggiornato Il 09/10/2019 alle 11:50

69 anni dopo l’Italia coglie un risultato storico classificandosi al terzo posto, dopo le corazzate Usa e Russia ai mondiali di ginnastica artistica a Stoccarda. Nella gara a squadre Giorgia Villa, le gemelle Alice e Asia D’Amato, Elisa Iorio e Desiree Carofiglio hanno scritto un pezzo di storia della ginnastica, ma chi sono queste Fate?

L’Italia ha raccolto un risultato storico ai Mondiali di Stoccarda di ginnastica artistica: non solo la qualificazione ai Giochi Olimpici di Tokyo 2020 ma anche il bronzo a squadre, un podio che all’Italia mancava da ben 69 anni. Una nazionale giovane, dal futuro brillante soprattutto in ottica Tokyo 2020. Ma chi sono le Fate di Bronzo?

Giorgia Villa

È la capitana della squadra, 16enne bergamasca che ha vinto tutto tra le under 16 (Olimpiadi Giovanili, Europei juniores). Lo scorso anno si è laureata campionessa Olimpica giovanile a Buenos Aires, uscendo dal Giochi con l’oro All Around e altre medaglie pesanti al collo. Ha il carisma e la grinta della leader, si distingue per una buona personalità e sulla carta ha il passo per essere tra le prime cinque-sei al mondo nel concorso generale. Eccelle in particolar modo alle parallele asimmetriche e al volteggio, ha in dote un’ottima trave.

Così si è raccontata a SportWeek qualche giorno fa, parlando di famiglia, Nazionale e dei suoi coetanei.

" Nei momenti difficili mi è mancata mia madre. Quando l’allenamento non andava bene mi sono sempre sfogata con lei: farlo al telefono è diverso che di persona. Le prime volte piangevo molto, quando mi sono trasferita no. E adesso dico che è meglio che stia qua, a casa litigo e basta. I miei coetanei? Piuttosto che essere come gli adolescenti di oggi preferisco la mia vita con tanta fatica e poco tempo libero. Oggi fumano tutti e mi dà molto fastidio, secondo me non sono normali. Anche se loro pensano la stessa cosa di me… "

Video - Olimpiadi Giovanili: Giorgia Villa oro nell'all-around, guarda il suo esercizio da medaglia

02:51

Asia D'Amato

La fresca Campionessa d’Italia sul giro completo. La 16enne genovese è una garanzia al volteggio, sia col doppio avvitamento utile per la squadra sia con i due salti che agli Europei primaverili le hanno permesso di chiudere al quarto posto nella finale di specialità a una manciata di centesimi dal podio. La 16enne genovese assicura sempre punteggi importanti anche alle parallele asimmetriche, ha ampi margini di miglioramento sugli altri due attrezzi per essere ancora più competitiva.

Giorgia Villa, Asia D'Amato, Alice D'Amato, Elisa Iorio, Desiree Carofiglio festeggiano il bronzo mondiale, Getty Images

Giorgia Villa, Asia D'Amato, Alice D'Amato, Elisa Iorio, Desiree Carofiglio festeggiano il bronzo mondiale, Getty ImagesEurosport

Alice D'Amato

Bronzo alle parallele agli Europei di aprile, la 16enne genovese è l’esempio di come non bisogna arrendersi mai: era reduce da due stagioni complicate a causa di infortuni e operazioni, durante la rassegna continentale ha saputo distinguersi e oggi si è confermata con un grande doppio avvitamento al volteggio e delle toniche parallele.

Le gemelle D’Amato sono una forza, moltiplicata per due. Da Sant’Eusebio, entroterra genovese, a Brescia così si sono raccontate in una recente intervista a La Repubblica

" All’inizio è stato traumatico, ma essere gemelle ci ha aiutato a confrontarci. Viviamo insieme in convitto, così stringendoci cerchiamo di sentire di meno la mancanza dei nostri genitori"

Elisa Iorio

E' un punto fisso della Nazionale di Casella, salita alla trave dopo che le tre compagne erano cadute, doveva rimanere in piedi per fare risalire l’Italia in classifica e ci è riuscita con grandissima personalità. La 16enne modenese, che non ha carburato agli Europei di aprile, ha dimostrato tutto il suo valore in questa rassegna proponendo prove di grandissimo spessore distinguendosi alle amate parallele (dove ha più volte fatto la differenza tra le juniores) e al volteggio.

Video - Fate 2020 – Episodio 3: 10° Trofeo di Jesolo: le finali e l’Oro alle parallele di Elisa Iorio

15:57

Desiree Carofiglio

La 19enne milanese è stata strepitosa al corpo libero (13.400), degna chiusura di una stagione in continua crescita sotto il profilo tecnico e mentale che le ha fatto guadagnare una convocazione tutt’altro che scontata a inizio stagione come era invece per le Fate. Peccato per la caduta alle parallele, la Campionessa d’Italia al quadrato e argento all-around agli Assoluti è piaciuta molto per l’atteggiamento alla seconda partecipazione iridata dopo quella del 2017 quando si gareggiava da individualiste.

Video - Fate 2020 – Episodio 10: I mondiali di Montreal, un passo verso il sogno chiamato Tokyo 2020

11:35
0
0