Getty Images

L'Italia sbanca Stettino con tre finali di specialità europee e Villa in pole position alla trave

L'Italia sbanca Stettino con tre finali di specialità europee e Villa in pole position alla trave

Il 11/04/2019 alle 20:40Aggiornato Il 12/04/2019 alle 07:58

Dal nostro partner OAsport.it

L’Italia ha brillato durante le qualificazioni femminili degli Europei 2019 di ginnastica artistica e ha strappato tre pass per le Finali di Specialità che andranno in scena nel weekend alla Netto Arena di Stettino (Polonia). Giorgia Villa si presenterà addirittura col miglior punteggio alla trave: la bergamasca, nonostante 38 di febbre e dei problemi a una caviglia, ha eseguito un esercizio superlativo ed è stata premiata con un rilevante 13.766 (5.7).

La 16enne andrà a caccia di una medaglia nella consueta roulette sui 10 cm dove l’errore è sempre dietro l’angolo, l’azzurra precede la tedesca Pauline Schaefer (13.666 per la Campionessa del Mondo 2017) e la britannica Alice Kinsella (13.566), non ci saranno delle russe ma saranno pericolose le francesi Melanie De Jesus (13.233) e Lorette Charpy (13.266), in lizza anche l’ucraina Anastasiia Bachynska (13.533), la svizzera Ilaria Kaeslin (13.266) e la rumena Denisa Golgota (13.200).

Asia d’Amato ha centrato l’obiettivo al volteggio, la genovese ha eseguito al meglio i suoi due salti e con la media di 14.166 si issa al quarto posto alle spalle della britannica Ellie Downie (14.366), della slovena Teja Belak (14.316) e della francese Coline Devillard (14.216 per la Campionessa d’Europa 2017) mentre la russa Maria Paseka è soltanto quinta a causa di una caduta (14.133 per la due volte Campionessa del Mondo), sesta l’altra russa Angelina Melnikova (14.099).

Grande gioia per Alice d’Amato che conferma la sua classe alle parallele asimmetriche, si fa apprezzare per le sue linee e per la sua eleganza e il 14.000 conclusivo (5.8 il D Score) le vale un ottimo settimo posto che le permetterà di lottare per le medaglie sabato pomeriggio. Svettano la svedese Jonna Adlerteg (14.666 per l’argento in carica) e la russa Angelina Melnikova (14.600) ma poi tutte le altre rivali sono molto vicine alla nostra 16enne: la sorprendente bielorussa Anastasiya Alistratava (14.166), la russa Anastasiia Iliankova (14.133), l’olandese Sanna Veerman (14.133), le francesi Melanie De Jesus (14.033) e Lorette Charpy (13.933).

Non conquistiamo un pass per il corpo libero (serviva un non impossibile 13.033), Alice d’Amato e Giorgia Villa si presenteranno all’atto conclusivo del concorso generale individuale col sesto punteggio (53.565 per entrambe, Alice è davanti per la regola degli scarti). Domani le due azzurre cercheranno di lottare per il podio, tutto sembra apparecchiato per la battaglia per l’oro tra Melnikova (55.166) e De Jesus (55.032) me le allieve di Enrico Casella vogliono dire la loro.

Video - Fate 2020 – Episodio 10: I mondiali di Montreal, un passo verso il sogno chiamato Tokyo 2020

11:35
0
0