Getty Images

Mondiali, l'Italia affonda alla trave: le Fate rovinano la gara ma le Olimpiadi non sono lontane

Mondiali, l'Italia affonda alla trave: le Fate rovinano la gara ma le Olimpiadi non sono lontane

Il 05/10/2019 alle 11:00Aggiornato Il 05/10/2019 alle 12:01

Dal nostro partner OAsport.it

Non abbiamo visto l’Italia che ci aspettavamo. Tutto stava procedendo per il meglio dopo delle rotazioni da urlo al volteggio e alle parallele asimmetriche, la nostra Nazionale stava letteralmente volando nelle qualificazioni dei Mondiali 2019 di ginnastica artistica ma poi una rotazione davvero da incubo alla trave ha tagliato le gambe alle azzurre: 36.999 di parziale sui 10 centimetri con tre cadute, dieci minuti di panico che hanno complicato la vita alle ragazze del DT Enrico Casella.

L’Italia si ferma al quinto posto parziale con 161.931 punti, ad appena tre centesimi dalla Gran Bretagna e con lo stesso vantaggio sulla Germania: il pass per le Olimpiadi di Tokyo 2020 è praticamente in tasca (Argentina, Messico e Spagna finiranno sicuramente dietro, l’ufficialità del volo per il Giappone arriverà nel primo pomeriggio nel peggiore dei casi) ma le Fate hanno nelle gambe almeno 165 punti e il risultato odierno non può soddisfare il quintetto. L’accesso alla finale a squadre della rassegna iridata è fortemente a rischio, USA e Russia finiranno sicuramente davanti e dunque bisogna sperare che almeno due tra Olanda, Giappone e Brasile concludano alle nostre spalle. Giorgia Villa è al momento settima nella classifica all-around (54.399) mentre Elisa Iorio è undicesima (53.532): l’accesso all’atto conclusivo sul giro completo è praticamente al sicuro. Desiree Carofiglio è ottima quarta al corpo libero (13.400, 5.0 il D Score) ma entrare nella top-eight è molto complicato.

LA CRONACA DELLA GARA:

Elisa Iorio apre le danze al corpo libero, esce di pedana e ottiene comunque un positivo 12.400 (4.9) seguita da Giorgia Villa che scalda la Schleyer Halle di Stoccarda con “Funiculì, funiculà” raccogliendo un 12.900 (4.8) in linea con le aspettative. Asia D’Amato soffre un po’ e il suo Chusovitina non è dei migliori (12.100, 4.7) ma poi ci pensa una meravigliosa Desiree Carofiglio a risollevare le sorti del gruppo con un esercizio da 13.400. Si passa al volteggio, l’attrezzo di punta della Nazionale che incanta a suon di doppi avvitamenti: 14.366 di Iorio, 14.666 di Villa, 14.500 per le gemelle D’Amato.

Si vola alle parallele dove le azzurre hanno sempre fatto bene e si replicano regalando quattro over 14: stoccata di Villa in apertura (14.300, 6.2), Alice è molto pulita (14.133), piccolo passo in avanti di Asia in uscita (14.000) e poi un’ottima Iorio da 14.133. Bastano 38 punti per sopravanzare il Canada, assicurarsi le Olimpiadi senza patemi e volare in finale a questi Mondiali: sembra un gioco da ragazzi ma l’Italia affonda. Giorgia Villa (12.533), Asia D’Amato (11.833), Desiree Carofiglio (11.266) cadono e poi Elisa Iorio ci mette una pezza col suo 12.633, basta per stare davanti al Belgio e alla Germania.

0
0