Getty Images

25 volte Simone Biles! È la più medagliata nella storia dei Mondiali, oro numero 19

25 volte Simone Biles! È la più medagliata nella storia dei Mondiali, oro numero 19

Il 13/10/2019 alle 16:57Aggiornato Il 13/10/2019 alle 18:22

Dal nostro partner OAsport.it

Simone Biles continua a scrivere record come soltanto la più grande di tutti i tempi è in grado di fare. La statunitense si è laureata Campionessa del Mondo anche al corpo libero e ha così collezionato il quinto oro sui sei a disposizione nella rassegna iridata che si conclude oggi alla Schleyer Halle di Stoccarda (Germania). La 22enne di Columbus si è infatti imposta con la squadra, nel concorso generale individuale, al volteggio, alla trave e appunto al quadrato: 19 ori in carriera e 25 podi complessivi ai Mondiali, la più medagliata di sempre in questa competizione (nel pomeriggio aveva battuto il record di Vitaly Scherbo fermo a quota 23).

La statunitense è stata davvero impeccabile sui 10 cm, ha eseguito il miglior esercizio degli ultimi sei anni, si è letteralmente superata non sbagliando una virgola: precisissima su tutti gli elementi, tonica e pimpante sull’attrezzo più insidioso dove alle Olimpiadi di Rio 2016 e ai Mondiali dell’anno scorso aveva commesso degli errori importanti che le impedirono di vincere il titolo.

La 22enne, al quarto oro in questa manifestazione (in precedenza aveva già vinto con la squadra, il concorso generale, il volteggio), oggi è stata premiata con un roboante 15.066 (6.4 il D Score) e ha esultato in maniera sfrenata come raramente le si era visto fare, la ginnasta più forte di tutti i tempi temeva moltissimo questa finale di specialità e sentiva tanto questa gara ma oggi non ha pagato l’emozione e ha fatto saltare il banco con una classe infinita.

Distaccatissime le due cinesi Liu Tingting (14.433) e Li Shijia (14.300) che hanno sporcato un po’ l’esecuzione di due esercizi complessi (6.2 e 6.1 le rispettive note di partenza). L’altra statunitense Kara Eaker è stata ripescata a causa dell’infortunio della canadese Ellie Black e si è accomodata al quarto posto (14.000) appena davanti alla francese Melanie De Jesus Dos Santos (13.966), sesta la brasiliana Flavia Saraiva che ha pagato a caro prezzo una caduta (13.400). Al volteggio maschile doppietta russa con Nikita Nagornyy (14.966) e Artur Dalaloyan (14.933), bronzo per l’ucraino Igor Radivilov (14.749).

E dopo il primo oro di giornata, la Biles si è poi anche ripetuta al corpo libero. La Reginetta della Polvere di Magnesio ha eseguito uno dei suoi migliori esercizi mettendosi in luce con un perfetto doppio salto con triplo avvitamento (il movimento da lei inventato, una fantasmagorica difficoltà J), è uscita di pedana sul doppio teso con mezzo giro (altro elemento che porta il suo nome), è piaciuta tanto anche nella parte artistica con degli eccellenti giri in accosciata ed è stata premiata con un complessivo 15.133 (incredibile 6.7 come D Score). Simone Biles si è imposta per la quarta volta in carriera al corpo libero nella massima competizione, è imbattuta su questo attrezzo da quando è professionista semplicemente perché ha un’acrobatica ai limiti dell’umano che non può essere minimamente avvicinata dalle avversarie.

Video - Cagnotto, Bolt, Biles e tutte le emozioni di Rio 2016: siete pronti per quelle di Tokyo 2020?

01:23
0
0