AFP

La NHL non si fermerà durante le Olimpiadi di Pyeongchang, l'ira dei giocatori: "Decisione assurda"

La NHL non si fermerà durante le Olimpiadi, l'ira dei giocatori: "Decisione assurda"

Il 04/04/2017 alle 11:37Aggiornato Il 04/04/2017 alle 12:31

La Lega nordamericana ha comunicato che la prossima stagione non sarà osservata una sosta in concomitanza dei Giochi Invernali. Nessun giocatore della lega americana potrà prendere parte alla rassegna a cinque cerchi.

Gli atleti della Nhl, la National Hockey League, non prenderanno parte alle Olimpiadi Invernali di Pyeongchang del 2018. La lega statunitense ha annunciato infatti che il calendario della stagione 2017/18 non prevederà una pausa a febbraio per consentire ai giocatori di partecipare ai Giochi al seguito delle proprie nazionali dichiarando “ufficialmente chiusi” i negoziati con il Comitato Olimpico Internazionale e la Federazione Internazionale di Hockey Ghiaccio.

" Sono passati diversi mesi e nessun dialogo si è realizzato. Dopo aver appurato che il CIO ha chiaramente detto che se non accettiamo di partecipare alle Olimpiadi di PyeongChang non parteciperemo nemmeno alle Olimpiadi di Pechino abbiamo deciso di non sospendere il campionato durante le Olimpiadi. "

Dopo cinque edizioni consecutive nelle quali era stata prevista una pausa per permettere agli atleti NHL di rappresentare i rispettivi paesi alla rassegna a cinque cerchi, la National Hockey League dice basta. Questa decisione cambia decisamente i valori in campo e complica la vita soprattutto alle nazionali più blasonate come Svezia, Finlandia, Russia, Stati Uniti e Canada, che sono quasi interamente composte da giocatori che militano nella lega statunitense.

L'associazione giocatori: "Decisione miope e che danneggia milioni di fan"

Poche ore dopo la nota ufficiale della NHL, l’associazione giocatori con un comunicato ha espresso tutto il proprio rammarico e disappunto per questa decisione miope e univoca…

" I giocatori della NHL sono patriottici e sono costernati per questa scelta miope ed assolutamente univoca. Ci dispiace che la Lega non abbia tenuto conto del nostro parere e non ci abbia richiesto alcuna opinione in merito. Questa decisione non fa bene né al gioco dell’hockey, né ai giocatori e penalizza enormemente i milioni di fan di questo sport in tutto il mondo. "
0
0