Eurosport

Kikuka Sho 2019: la “prima” di World Premier

Kikuka Sho 2019: la “prima” di World Premier

Il 20/10/2019 alle 20:51Aggiornato Il 20/10/2019 alle 20:52

Il tre anni ha vinto la sua prima gara di gruppo 1 tagliando per primo il traguardo dell'ottantesima edizione della St. Leger giapponese.

All’ippodromo di Kyoto è andata in scena l’ottantesima edizione della Kikuka Sho, la gara che corrisponde alla St. Leger per il Giappone e che è anche l’ultima tappa della Triple Crown del Paese del Sol Levante. Un appuntamento fondamentale nel calendario ippico nipponico, molto seguito anche oltre i confini nazionali.

Con la Satsuki Sho, prima tappa della Triple Crown, vinta da Saturnalia lo scorso aprile e la Tokyo Yūshun, seconda tappa vinta da Roger Brown in giugno, il riconoscimento della Triple Crown non poteva essere assegnato quest’anno. Da sottolineare che né Saturnalia né Roger Brown si sono presentati alla Kikouka Sho. Questo non ha comunque avuto effetto sulla spettacolarità della corsa, che ha attirato come sempre migliaia di spettatori all’ippodromo di Kyoto. Si tratta di una gara di gruppo 1 aperta ai tre anni e con un percorso di 3000 metri.

A vincere l’edizione 2019 è stato World Premier, considerato il terzo favorito alla vigilia. Partito bene, si è subito messo dietro il favorito Velox. Mantenuta una buona posizione fino alla fine della gara, è riuscito a imporsi in dirittura d’arrivo su Velox (terzo classificato) e Satono Lux.

“Era in buone condizioni alla vigilia della gara” ha detto il fantino Yutaka Take, “quindi mi sono concentrato sul cercare di portare a casa la nostra migliora gara. Non era riuscito a correre nelle altre due gare della Triple Crown, perciò sono contento che sia almeno riuscito a correre (e a vincere) questa. Ha ancora molto margine per migliorare e non vedo l’ora di gareggiare di nuovo con lui.” Una curiosità: l’ultima volta in cui Take aveva vinto la Kikuka Sho, era in sella al padre di World Premier, Deep Impact.