Eurosport

Gran Prix di Budapest, i risultati delle prime giornate

Gran Prix di Budapest, i risultati delle prime giornate

Il 11/08/2018 alle 20:24

Appuntamento a Budapest con il Grand Prix di judo, ultimo appuntamento prima dei Mondiali di settembre.

Dopo il Grand Prix di Zagabria, grande affluenza anche a Budapest per l’ultimo appuntamento con il Grand Prix IJF Judo World Tour, prima dei tanto attesi Mondiali di Baku, in programma il prossimo mese dal 20 al 27.

Un impegno imperdibile dunque quello di Budapest, a cui hanno partecipato 626 atleti provenienti da 90 paesi: ecco i risultati delle prime due giornate di gara.

Tra le donne, nella categoria -48 kg finale tutta giapponese con Hiromi Endo che ha battuto la compagna di squadra Tamami Yamazaki, vincendo il suo terzo titolo IJF in carriera. Terzo gradino del podio per la slovena Marusa Stangar e la kosovara Distria Krasniqi. Un altro oro per il Giappone è arrivato dalla categoria -52 kg, con Natsumi Tsunoda che ha battuto la belga Charline Van Snick; al terzo posto si sono classificate Ecaterina Guica (CAN) e Cheslie Giles (GBR).

La campionessa olimpica di Rio de Janeiro della categoria -57 kg, la brasiliana Rafaela Silva, ha vinto il suo primo trofeo dopo Giochi Olimpici battendo in finale la tedesca Theresa Stoll. Terzo posto per Christa Deguchi (CAN) e Hedvig Karakas (HUN). Altri due ori per il Giappone sono arrivati dalla categoria -63 kg con Aimi Nouchi e dalla categoria -70 kg con Saki Niizoe.

Aimi Nouchi ha avuto la meglio sulla tedesca Martyna Trajdos, con la polacca Agata Ozdoba-Blach e la slovena Andreja Leski terze, mentre Saki Niizoe ha battuto l’olandese Sanne Van Dijke , con Sally Conway (GBR) e Kelita Zupancic (CAN) al terzo posto.

Primo oro in un Grand Prix per il giapponese Ryuju Nagayama, vittorioso sul russo Albert Oguzov nella categoria -60 kg. Bronzo per il georgiano Amiran Papinashvili e per il russo Robert Mshvidobadze. Anche dalla categoria -66 kg è arrivato l’ennesimo oro per il Giappone con Kenzo Tagawa, con l’egiziano Mohamed Abdelmawgoud argento e il moldavo Denis Vieru e l’ucraino Bogdan Iadov bronzo.

Solo nei -73 kg l’ungherese Miklos Ungvari è riuscito a fermare il predominio giapponese battendo Masashi Ebinuma; il bronzo è andato ad Arthur Mergelidon (CAN) e Frigyes Szabo (HUN).

0
0