Eurosport

Il Grand Slam di Baku con un occhio ai Mondiali 2019

Il Grand Slam di Baku con un occhio ai Mondiali 2019

Il 12/05/2019 alle 21:36Aggiornato Il 12/05/2019 alle 21:37

Ultimo Grand Slam dell'International Judo Federation World Tour prima dei Mondiali di agosto, Baku ha rappresentato un'occasione ghiotta per mettersi alla prova prima del grande appuntamento.

Ci sono ancora quattro Grand Prix in calendario (Hohhot, Montreal, Budapest e Zagabria) prima dei Mondiali 2019 di Tokyo, ma per quanto riguarda i prestigiosi Grand Slam, quello di Baku è stata l’ultima occasione. Fu proprio la capitale azera ad ospitare i Mondiali del 2018 e quest’anno ha dato ai 431 judoka provenienti da 57 paesi la possibilità di mettersi alla prova in vista dell’appuntamento più importante della stagione.

Super agguerriti, ovviamente, gli azeri, che si sono presentati con 43 atleti. Uno di loro è riuscito anche a mettersi al collo la medaglia del metallo più prezioso nella categoria maschile -73 kg. Hidayat Heydarov ha infatti vinto la finale contro l’israeliano Tohar Butbol, riuscendo a batterlo con un ippon. Sul terzo gradino del podio della stessa categoria hanno vinto il bronzo altri due atleti azeri, Telma Valiyev e Rustam Orujov.

Ben fornita anche la rappresentanza brasiliana, forte anche della campionessa olimpica in carica Rafaela Silva, nella categoria -57 kg. La brasiliana è riuscita a battere in finale la numero uno al mondo della categoria, la giapponese Tsukasa Yoshida, con un efficace waza ari. Un incontro decisamente interessante, anche in ottica olimpica. Nella stessa categoria hanno vinto il bronzo l’ungherese Hedvig Karakas e la francese Helene Receveaux.

Un’altra campionessa olimpica ha invece dovuto accontentarsi dell’argento. Si tratta della slovena Tina Trstenjak, che nella categoria -63 kg ha subito un ippon dalla giapponese Miku Tashiro, già oro nello scorso Grand Slam a Dusseldorf in febbraio. Terze nella categoria la britannica Gemma Howell e la spagnola Maria Bernabeu.

Il prossimo appuntamento nel mese di maggio (dal 24 al 26) sarà in Cina, nella città di Hohhot, dove sono già attesi 419 atleti.

0
0